LA MAGGIORANZA PERDE I PEZZI. IL PGT COLPISCE ANCORA E IL CONSIGLIERE COMUNALE GIOVANNI RUBINO, USCITO DA MAGGIORANZA E DALLA LISTA CHE APPOGGIA IL SINDACO, ATTACCA DURAMENTE.

Lascia un commento

9 marzo 2017 di Il Grillo parlante

LETTERA DEL CONSIGLIERE EX OFFICINA RUBINO.

Con la presente comunico l’uscita dal gruppo Consiliare di maggioranza e contestualmente le dimissioni da Officina. Le ragioni che mi hanno portato a questa decisione sono maturate nel tempo e non penso che colgano nessuno di voi alla sprovvista. Da ultimo, ricordo le reazioni suscitate dalla mia email dello scorso 6 dicembre 2016 (18:41) e l’assenza
totale di qualsivoglia appoggio nei confronti dei concetti che in detta occasione esprimevo.

Mi sono convinto a fare questo passo dopo avere appreso che, per la seconda volta in pochi mesi, è stato nominato un Commissario ad acta.

Pensare che la responsabilità di tale nomina sia imputabile ai “poteri forti” (o al Fato cinico e baro?) è un modo a mio avviso sbagliato per interpretare quanto accaduto.

Viceversa, a mio modesto avviso, un’analisi corretta e serena avrebbe dovuto
da tempo indurci a considerare che abbiamo commesso una serie di errori di
valutazione e di azione che si sono andati a  sommare all’oggettiva complessità della situazione che l’Amministrazione Comunale doveva gestire, soprattutto con riferimento al Piano di Governo del Territorio.

Officina si era affermata grazie all’originalità della proposta ed all’equilibrio delle sue componenti; a distanza di 4 anni dal successo elettorale il bilancio è a mio avviso insoddisfacente.

Quattro anni fa eravamo tutti degli apprendisti dotati di un grande entusiasmo: purtroppo, devo constatare che dopo 4 anni molti tra di noi sono rimasti apprendisti e l’entusiasmo da solo non è bastato se non ad affrontare (peraltro in alcune circostanze egregiamente) alcune questioni del territorio, ma non la Questione per antonomasia (il PGT)..

Avremmo dovuto lavorare con umiltà e invece abbiamo usato l’arroganza; dovevamo capire gli spazi di manovra che ci erano consentiti dal quadro normativo e invece con pervicacia ci siamo involuti in una serie di elucubrazioni che si sono tradotte in una condotta contradditoria e inefficace.

In merito alla questione più importante che riguardava il nostro mandato (il contrasto al PGT approvato dall’Amministrazione precedente) all’inizio della nostra “avventura” l’Amministrazione aveva giustamente reputato necessario conferire un incarico professionale ad un grande Amministrativista, un vero Principe del Foro.

Non mi sono mai state del tutto chiare le reali motivazioni per le quali (non senza dispendio di energie e di risorse) abbiamo in corsa preferito rivolgerci ad un altro Legale (di fama sicuramente diversa dal precedente) che ha sostenuto una tesi radicale sulla cui mancanza di “tenuta” avevamo avuto diversi segnali nel corso del tempo che però abbiamo trascurato.

Una tesi radicale destituita di fondamento, come dimostrato dalla recente sentenza del TAR Lombardia Brescia, ma come peraltro segnalato dai Funzionari Comunali preposti e dallo stesso Segretario Comunale, mai ascoltati, anzi…

Ma se i giuristi danno pareri e quasi mai sono chiamati a rispondere degli stessi, compete ai Pubblici Amministratori assumere decisioni e comportamenti sulla base di una visione più ampia ed equilibrata.

Ed è proprio questa assenza di equilibrio (sinceramente non so quanto voluta o frutto solo di uno sbandamentocollettivo) che ha conferito una connotazione di “radicalità” alle scelte (e anchealle non scelte) dell’Amministrazione, in direzione e con modalità assai diverse, a mio avviso, dall’impostazione delle origini.

Non voglio (né posso) entrare nel merito della conduzione delle “trattative” condotte da alcuni di noi (in veste ufficiale e non) con gli Operatori Economici interessati agli ambiti AT01 e AT02; mi limito quindi solo a ricordare che nel corso della riunione di Maggioranza dello scorso novembre 2016, di fronte alle sempre minori possibilità di manovra e agli spazi che si erano andati progressivamente riducendosi (grazie anche agli errori e ai ritardi commessi) avevo espresso il mio appoggio al Sindaco affinchè si adoperasse per evitare la nomina del Commissario ad acta da parte della Regione. In quella circostanza, per un momento ho creduto che lo spirito pratico e l’equilibrio che ho sempre reputato dovessero connotare la nostra azione potessero essere recuperati.

Sappiamo come viceversa sono andate le cose.

E’ triste dirlo, ma il risultato finale, di questo “radicalismo” è che il progetto di “cementificazione” del territorio, che noi dovevamo contrastare e governare
è nelle mani del “solo” Costruttore (sicuramente è cosi nel caso di AT02), senza che l’Amministrazione (almeno questa Amministrazione) abbia avuto e abbia (a maggior ragione ora) la possibilità di trovare spazi di mediazione e collaborazione.

E ancora: nello scorso autunno, piuttosto che prendere atto (inequivocabilmente direi) che dopo l’avvenuta approvazione dell’AT01 l’Amministrazione sarebbe stata in grado
di finanziare autonomamente i fabbisogni emersi per la realizzazione di una serie di interventi e lavori considerati necessari per la manutenzione del territorio, siamo riusciti ancora una volta ad essere contradditori e,  negando ogni evidenza, non abbiamo considerato i proventi straordinari da PGT tra le Fonti di finanziamento e abbiamo preferito, del tutto illogicamente, accendendere un ulteriore Mutuo! Avevo riposto le mie speranze nelle capacità di sintesi e di equilibrio del Sindaco, ma purtroppo devo dire Fche queste speranze sono rimaste inevase. Pur manifestando la mia stima e la mia gratitudine a tutti voi per il percorso fatto insieme, mi sembra che non ci sia altro da fare che prendere atto che la diversità di vedute e di comportamenti che si è progressivamente andata a manifestare tra di noi sancisca la fine della nostra convivenza politica.

Per le ragioni di cui sopra reputo che non ci siano le condizioni per la mia ulteriore permanenza in Officina e comunico l’uscita dal Gruppo di Maggioranza in Consiglio Comunale.

Saluti e in bocca al lupo a tutti.

Giovanni Rubino

Consigliere Comune di Basiglio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Visitatori Blog

  • 134.392 visite

Milano3 è anche questo

Siamo su Facebook

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Olimpiadi 2026

Onore e Stima. Uomini di Stato uccisi, anche dallo stato.

5.000.000 di SI.

Info Resp. Blog

Blog Ideato e gestito da Annamaria Licata.
Rif. Mail: licata.annamaria@libero.it

Natale 2018: Un giocattolo per un sorriso.

RSS Un pò di Sport

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Per non dimenticare: Giustizia per Genova.

Member of The Internet Defense League

GAIA Animali e Ambiente Basiglio tel. 338.3308300

Sede presso "Casa delle Associazioni" - Res. Solco, 511, Basiglio. Responsabili: Pamela Marangoni, Edea Conti. Volontaria Rozzano:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: