Colpi di scena in Consiglio Comunale. Ma non solo. L’opposizione torna a farsi sentire. L’ex P.O. del comune di Basiglio responsabile urbanistica, è finito agli arresti domiciliari con l’accusa di appalti truccati (si parla di 10 milioni di euro) ma la nostra Amministrazione lo ha appena nominato, responsabile per l’urbanistica dell’attuazione e del monitoraggio del Piano Anti corruzione per il triennio 2018-2020. Non solo, due membri della (strategica) commissione paesaggistica, risultano essere soci nello stessa cooperativa dell’Assessore Marazzi. Giusto un piccolo conflitto di interessi. L’opposizione annuncia esposto alla procura della Repubblica.

Lascia un commento

11 marzo 2018 di Il Grillo parlante

Colpo di scena nel Consiglio Comunale tenutosi qualche giorno fa. Anzi.. tre colpi di scena. Il primo e’ che l’opposizione finalmente e’ tornata a farsi sentire e vedere.. Il secondo riguarda, l’ing. Arturo Guadagnolo ex PO del comune di Basiglio settore urbanistica ed edilizia ed in commissione paesaggistica, arrestato pochi giorni fa, per una brutta storia legata alla gestione di gare di appalto (importo di circa 10.000.000 di euro) che sarebbero state manovrate dallo stesso Guadagnolo. Per lo meno questa e’ l’accusa pesante. Ed il terzo, come spesso accade, riguarda il nostro ormai tristemente famoso, l’Assessore Valerio Marazzi. E se le cose stanno come sembra dai documenti e, se i consiglieri di opposizione ex di Forza Italia ed ora operanti sotto il simbolo di “cittadini solidali per Basiglio”, ingaggeranno la Procura di Milano come annunciato, credo che il nostro Assessore avrà seri problemi. Ma andiamo ai fatti.

Relativamente ad Arturo Guadagnolo che era il P.O. del Comune di Basiglio fino al 30 marzo 2107, come dicevo, da pochi giorni è agli arresti domiciliari, con accuse molto pesanti legate ad appalti e gare truccate, durante il periodo successivo all’incarico ricoperto al Comune di Basiglio, ovvero nell’ultimo anno dove svolgeva le sue mansione presso il Comune di Pieve. Brutta storia, sperando che il tutto non si allarghi e non coinvolga il nostro Comune. https://www.ilgiorno.it/sud-milano/cronaca/pieve-appalti-truccati-1.3760603

E qui scatta il secondo colpo di scena: Arturo Guadagnolo risulta al momento essere il referente per l’attuazione e il monitoraggio del PIANO ANTI CORRUZIONE del Comune di Basiglio con Delibera n. 15 del 1/02/2018 valido per il triennio 2018/2020

responsabile-anticorruzione-guadagnolo-page-001.jpg

responsabile anticorruzione guadagnolo-page-012 ridotto

Di seguito il link dove potrete scaricare l’intera delibera. https://servizi.comune.basiglio.mi.it/cmsbasiglio/portale/albopretorio/albopretorioconsultazione.aspx?IDNODE=1230

Forse sarebbe il caso, prima di spiegare e poi di intervenire da parte di questa Amministrazione. E’ surreale che una persona arrestata e accusata di aver manomesso gare per un valore di 10 milioni di euro sia il referente per l’urbanistica di Basiglio, per l’attuazione del piano anti corruzione. E’ come affidare alla banda Bassotti la sicurezza di una Banca. Siamo davvero al paradosso. Oltre che all’apoteosi.

Come se non bastasse una notizia di questo tipo, tra gli ordini del giorno del Consiglio Comunale c’era la proroga della Commissione Paesaggistica. Per farvi capire l’importanza di tale commissione riporto di seguito le sue funzioni e le sue competenze:

FUNZIONI E COMPETENZE

Ai sensi della L.R. n. 34 del 27/11/2008 “Disciplina delle Commissioni Locali per il Paesaggio” di cui all’art. 148 del D.Lgs 22/01/04 n. 42 è istituita la Commissione per il Paesaggio. La Commissione per il Paesaggio è un organo collegiale tecnico-consultivo che esprime pareri obbligatori in merito alle autorizzazioni paesaggistiche di competenza del comune.
I pareri della Commissione per il Paesaggio sono congruamente motivati, anche se favorevoli, e sono richiamati nell’autorizzazione paesaggistica di cui costituiscono presupposto necessario.

CRITERI DI VALUTAZIONE

La Commissione per il Paesaggio esprime il proprio parere prestando particolare attenzione alla coerenza dell’intervento in progetto con i principi, le norme e i vincoli degli strumenti paesistico-ambientali vigenti, nell’ottica di una tutela complessiva del territorio. La Commissione per il Paesaggio, nell’esaminare la domanda di autorizzazione, verifica inoltre la conformità dell’intervento alle prescrizioni contenute nei piani paesaggistici e ne accerta la coerenza con gli obiettivi di qualità paesaggistica.

Vi ricordo inoltre che l’Assessore Valerio Marazzi è un architetto e tra l’altro risulta essere socio della Cooperativa Arco come si evince direttamente nel portale della Cooperativa, a questo link http://www.ar-co.org/it/arco/gruppo/soci/index.php

Vi ricordo anche che, all’inizio del suo mandato, sempre l’Assessore Valerio Marazzi, è stato al centro di un’indagine della Procura della Repubblica di Milano, come riportato in un articolo del quotidiano Libero di cui ve ne cito una parte, “L’Assessore all’Urbanistica del Comune di Basiglio, Valerio Marazzi, è stato al centro di un’indagine della Procura della Repubblica di Milano, perché lo si indagava per aver commesso il reato di abuso d’ufficio. Il procedimento penale è stato archiviato, però non senza che il Pubblico Ministero Luca Poniz riconoscesse che il fatto c’era, ma mancavano le prove necessarie per sostenere un dibattimento, e neanche valesse la pena approfondire le indagini stante il tempo trascorso“.

Prosegue il giornalista di Libero: “Il procedimento penale nasce dalla norma che impone di non esercitare la libera professione, nel caso dell’assessore, l’architetto, lì dove si ricopre l’incarico di amministratore pubblico. Su esposto della minoranza in consiglio comunale, il pubblico ministero accerta che tale dovere d’astensione è stato tardivo e nota la …strana casualità… che i Clienti di Marazzi siano poi diventati, e con ritardo, clienti di un unico altro architetto che è subentrato negli incarichi, per poi sottolineare che sono emersi in modo piuttosto evidente un certo disinteresse e superficialità dell’indagato nello svolgimento del suo mandato professionale

http://www.liberoquotidiano.it/news/milano/11925680/a-basiglio-e-giallo-sul-volantino.html

Precisato questo e tornando all’ultimo consiglio Comunale, all’opposizione e alla Commissione Paesaggistica, cerco di spiegare cosa sia successo su denuncia dell’opposizione. La Commissione e’ composta tra gli altri da: tal Diego Torriani e tal Alessio Battistella, come si evince dal documento protocollato relativo alle linee guida per la chiusura di serramenti con logge condominiali e di seguito pubblicato. (Ho tenuto in piccolo la prima pagina che ci interessa poco ai fini dell’articolo e, in grande la seconda perchè è quella dove ci sono i nominativi dei membri della commissione). Oltre all’onnipresente Arturo Guadagnolo. (!!!)

I consiglieri di opposizione, alla presentazione della proroga per la commissione Paesaggistica, chiedono inizialmente, come mai i nomi dei membri della Commissione non siano riportati nel documento di proroga (ulteriore malizia di questa giunta) e chiede inoltre se, due dei membri, della commissione, ovvero Diego Torriani e Alessio Battistella non siano soci dello stesso studio dell’Assessore Valerio Marazzi. Ed ecco effettivamente il terzo colpo di scena. In sala, riferiscono, sia calato un iniziale silenzio (probabilmente di imbarazzo e della serie “ora cosa facciamo?”), spezzato dall’Assessore Marazzi che, quasi indignato, nega tassativamente. I tre Consiglieri d’opposizione fanno verbalizzare tutto e mostrano le prove che in realta’ dimostrerebbero il contrario. E che sono facilissime da reperire, effettivamente. Basta entrare nel sito della Cooperativa Arco, dove è socio l’Assessore Valerio Marazzi e vedere l’elenco degli altri soci. Effettivamente appaiono i nomi di Torriani e Battistella. Poso il link per vostra verifica: Soci Studio Arco

E non e’ finita qua. L’opposizione, annuncia esposto presso la Procura della Repubblica, in quanto il conflitto di interessi appare effettivamente palese. Non solo l’Assessore Marazzi non dovrebbe più operare la libera professione per il tempo del suo mandato ma nella commissione paesaggistica, di strategica importanza non ci dovrebbero essere due membri che sono pure, guarda caso, soci del suo Studio. Credo che la Procura a sto giro non archivierà. Anche perchè sbagliare è umano ma perseverare è diabolico. E non parliamo dell’arresto, come vi dicevo dell’ex P.O. Arturo Guadagnolo. Aspettiamo sviluppi all’indagine e ne parleremo in un articolo apposito, in preparazione, relativo ad AT01, ed alla causa in essere che, ha il comprensorio con il costruttore e alla strana convenzione stipulata dal Comune, dove proprio l’arrestato che aveva mandato di rappresentare il Sindaco e il comune davanti al notaio, fece sparire la clausula relativa agli oneri spettanti al comprensorio. Ma ripeto questa e’ altra storia e altro articolo.

Per ora ci fermiamo qua. E attendiamo l’eventuale verifica della Procura di Milano su questo apparentemente, enorme conflitto di interessi e di una eventuale violazione delle norme di legge. Davanti al “Giglio magico” di Basiglio, quello di Renzi e della Boschi, impallidisce. Ora forse è più chiaro perchè il referendum sul PGT è stato fatto fuori tempo massimo. E perchè alla fine contro il Pgt… tanto rumore per nulla. E chissà perchè la faccenda Rivalago improvvisamente diventa più chiara. Tra fornitori del Ristorante, i soci dell’Assessore in commissione paesaggistica, il responsabile urbanistica ora agli arresti, a pensare male si fa peccato ma non ho mai detto di essere una santa.

Io credo che oramai dopo l’Assessore Vicamini, pure l’Assessore Marazzi dovrebbe dare le dimissioni. Anzi davanti a tutto ciò, lo dovrebbe fare l’intera giunta. Per manifesta mancanza di trasparenza. Fortuna che mancano pochi mesi alle elezioni. Se non si dimettono loro, mi auguro che glielo impongano, i cittadini di Basiglio con l’esercizio piu’ democratico che ci sia: le elezioni.

Nel frattempo magari togliere la carica di responsabile del piano anticorruzione, all’Ing. Guadagnolo, sarebbe il minimo. Almeno per evitare la beffa. Pur essendo solo in fase di indagini, e mantenendo il garantismo dovuto, non si può tenere un indagato in quel ruolo.

Che dire… se tutto va bene siamo rovinati. Ma se tutto va bene. Non so voi ma, io faccio sempre più fatica a capire fin dove ci fanno e fin dove ci sono. Qualsiasi sia la verità, e’ comunque tragica per noi cittadini.

In attesa di nuovi aggiornamenti, passo e chiudo.

AL

commissione paesaggistica-page-001

commissione paesaggistica-page-002

:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Visitatori Blog

  • 143.677 visite

Milano3 è anche questo

Siamo su Facebook

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Olimpiadi 2026

Onore e Stima. Uomini di Stato uccisi, anche dallo stato.

Info Resp. Blog

Blog Ideato e gestito da Annamaria Licata.
Rif. Mail: licata.annamaria@libero.it

5.000.000 di SI.

Natale 2018: Un giocattolo per un sorriso.

RSS Un pò di Sport

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Per non dimenticare: Giustizia per Genova.

Member of The Internet Defense League

GAIA Animali e Ambiente Basiglio tel. 338.3308300

Sede presso "Casa delle Associazioni" - Res. Solco, 511, Basiglio. Responsabili: Pamela Marangoni, Edea Conti. Volontaria Rozzano:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: