Il fatto quotidiano oggi cerca di spiegare la differenza tra fango ad orologeria e informazione. Peccato che la giustificazione non regge e crediamo di averlo dimostrato in questo articolo. Si sono dimenticati, stranamente, della candidata sindaca Lidia Reale, facente parte dell’amministrazione Patrone, accusato un anno fa dal Fatto quotidiano e dimenticata stranamente a questo giro. Malafede o scarsa professionalità? Votate con la vostra testa. Solamente con la vostra testa. E sarete sicuri di non esservi fatti presi in giro dai media.

1

8 giugno 2018 di Il Grillo parlante

Fino alla fine. Fino all’ultimo la macchina del fango in azione. Il fatto quotidiano ha deciso di entrare a gamba tesa nella campagna elettorale di Basiglio, cercando di inquinarla ed indirizzarla. Tra l’altro in modo fazioso e vi spieghiamo perché.

Il giornalista Barbacetto, in prima persona, oggi fa un articolo cercando di spiegare che i loro pezzi, non sono fango ad orologeria ma informazione per i cittadini, in quanto è giusto che sappiano. Giusto. Giustissimo fare informazione ma sarebbe onesto intellettualmente, la si facesse in modo imparziale e senza cercare di influenzare il voto dei cittadini, con articoli parziali e forcaioli, senza che ancora si sia espressa la magistratura. E oltretutto nascondendo Articoli fatti, sempre da loro, in passato contro una terza lista che concorre per la poltrona di sindaco di Basiglio. E sto parlando della lista ex officina ora Insieme della candidata Lidia Reale. Colpevoli di aver fatto passare il PGT per fare un favore ai costruttori essendo, secondo il fatto, uomo di Berlusconi. Riporto di seguito articolo.

la giunta Patrone approva il Pgt con sconto sugli oneri di urbanizzazione verso i costruttori. Si nomina pure Guadagnolo (guarda caso) e l’assessore Marazzi (lui non manca mai)

Riporto via immagine parti significative dell’articolo.

Come vedete l’articolo era molto duro contro questa Amministrazione che si ripresenta, tramite la lista Insieme e, la vice sindaco che, non è esente dalla gestione di questo comune, sopratutto negli ultimi due anni, dove il sindaco Patrone ha passato più tempo allo sporting o con la nipotina che in comune.

Ma stranamente nell’articolo di oggi, si parla solo di due liste e dei due candidati di centro destra. Il giovane Patera e l’ex sindaco Marco Cirillo. E giù fango a volontà.

Nel prima caso, solita marea di illazioni senza uno straccio di indagine aperta.. Nemmeno un avviso di garanzia. Nulla. Ma solo un accanimento esagerato ed immotivato contro lo Sporting e chi lo gestisce. Nel secondo caso, una semplice chiusura di indagine è diventata una condanna mediatica, fatta di qualche info che non sarebbero nemmeno dovute uscire dalla procura, tutte da verificare e persino confuse, ancora prima, quasi, che fosse comunicato agli avvocati degli indagati. Tipico del fatto quotidiano e purtroppo di chi, contro ogni etica, gli passa documenti che dovrebbero rimanere secretato, almeno all’inizio. Non ci sono ancora rinvii a giudizio. Ancora le posizioni degli indagati, sono tutte da verificare, da parte di chi, deciderà in merito all’indagine, portata avanti dallo stesso procuratore che aveva indagato mezza regione Lombardia e che ha visto in realtà un ridimensionamento dato che alcuni imputati sono stati prosciolti. Non per sminuire il valore del Pm ma giusto per ricordare che non sempre essere indagati significa essere colpevoli.

Davanti a tale dimenticanza si fa fatica a considerare gli ultimi due articoli come informazione e non come disinformazione faziosa. Va bene cercare di dare una mano a condizionare le elezioni, magari a favore del loro movimento di riferimento che, tutti sanno essere i 5 stelle ma dimenticarsi così clamorosamente, di un articolo fatto solo un anno addietro (29 giugno 2017), fa pensare che magari, a qualcuno vada bene l’eventuale proseguimento di questa amministrazione per i prossimi 5 anni. E quel qualcuno abbia in qualche modo fatto dimenticare al Dr. Barbacetto, quanto loro stessi avevano scritto un anno prima.

A pensar male si fa peccato.. Ma con il fatto quotidiano spesso ci si piglia.

Ci piacerebbe ci fosse spiegato dal Dr. Barbacetto come mai, se si preoccupa che i cittadini di Basiglio siano informati proprio 3 giorni prima del voto, si sia dimenticato della lista Reale, dell’arresto di Guadagnolo, e delle vicende sotto la lente di ingrandimento della procura che si vocifera, riguardino anche l’attività svolta da Guadagnolo presso il comune di Basiglio.

Questa domanda purtroppo pensiamo rimarrà senza risposta. Però ci interessa che i cittadini di Basiglio ragionino con la propria testa e non si facciano condizionare da ricostruzioni, in alcuni casi non veritiere ed in altri casi al limite con la diffamazione. Il giustizialismo esasperato ha fatto più danni della peste. E di persone assolte dopo che la loro vita è stata distrutta, l’Italia ne è piena. Tenetelo a mente prima di giudicare sulla base di un articolo.

Ecco perché chi festeggia sulle disgrazie degli avversari deve aspettarsi che prima o poi possa subire lo stesso trattamento.

Il Garantismo è cosa seria. E non va applicato solo ai propri. Purtroppo difetto dei 5 stelle. Di sindaci rinviati a giudizio per omicidio colposo ne hanno più di uno. Sarebbe il caso si guardassero in casa loro, prima di sputare sentenze senza nemmeno un rinvio a giudizio. Perché non sono credibili se non sanno essere severi prima con i propri. Con le campagne di fango non di vince una elezione. Non si dimostrano le proprie capacità nel gestire la cosa pubblica. E la gente lo sa. Non è scema. E crediamo che una campagna del genere non paga. Lo scopriremo tra due giorni.

Nel frattempo, riproponiamo una parte di un articolo, pubblicato da noi qualche giorno fa che, vi possa aiutare a valutare e decidere per vostro conto cosa votare. Sperando che il buon senso e l’intelligenza torni sovrana e si faccia largo tra fango e illazioni.

Buon voto a tutti sopratutto ragionato con la vostra testa.

Alla fine, proprio per questi motivi, sarò molto pragmatica, la mia decisione al voto è legata alla capacità ed esperienza di chi andrò a votare. Non mi interessa altro. Sono stanca di sentire chiacchiere. Quello che conta per me, è che chi si siederà sulla sedia di Sindaco di Basiglio, sappia come muoversi. E sappia cosa fare. Da subito. C’è il PGT da gestire. E ci sono gli oneri di urbanizzazione da sfruttare al meglio. Voglio uno che conosca gli ambiti in cui si muove.

Di mio mi sento più “fortunata”, rispetto ad altri cittadini e diversi di voi che leggono, perchè non sono contro, totalmente, al PGT. Lo ritengo un male necessario da sfruttare al meglio, cercando di limitarne i danni, ottimizzando i benefici. Di conseguenza mi è più facile decidere perchè ho una serenità maggiore per valutare con piu’ lucidità senza rischiare di farmi confondere dalle mille polemiche. Questo Comune non si mantiene solamente con le tasse, partiamo da questo presupposto, soprattutto da quando la grande crisi economica e i governi Monti, Letta, Renzi hanno tagliato i trasferimenti dallo Stato ai Comuni. Ed è anni che occorre aprire mutui, (che dovranno ripagare i cittadini di ora e di domani per i prossimi anni), per poter fare gli interventi strutturali su edifici e territorio e per poter tenere le casse del comune in attivo.

Per quanto mi riguarda sono per il male minore, ovvero sacrificare un pezzetto di territorio, con criterio e cercando di portare a casa soldi in oneri di urbanizzazioni ed opere utili alla cittadinanza che possano garantire uno sviluppo importante,equilibrato tra strade ed infrastrutture, per un rinnovamento che è vitale, per far tornare Basiglio ai fasti di un tempo, senza che il valore immobiliare delle case gia’ in essere possa scendere ulteriormente. Ergo io non ho grossi problemi con il PGT firmato dall’ex Amministrazione Cirillo. Ho più problemi con chi ha rivisto drammaticamente al ribasso, le convenzioni che accompagnavano il sacrificio del PGT. Questa amministrazione ha svalutato di diversi milioni di euro gli accordi che erano ben diversi nella prima stesura voluta dalla giunta precedente. Giusto per dare a Cesare quel che e’ di Cesare. E i meriti o le colpe a chi tocca veramente.

Poi rispetto ovviamente chi non la pensa cosi’ e che, ritiene più importante preservare il territorio. Rispettabilissima posizione. Ma chi tra i candidati Sindaci si pone in contrapposizione netta al PGT dovrebbe pero’ spiegare, come intende programmare la vita del Comune e soprattutto, delle casse del Comune senza la ventina di milioni di euro in arrivo nei prossimi 10 anni, in oneri di urbanizzazione. Facile dire che si vogliono fermare i costruttori e poi presentare un programma attuabile solo tramite gli oneri di urbanizzazione derivanti dal PGT.

Mi sembra molto una campagna elettorale falsata. Nel senso che tutti hanno fatto promesse notevole e tutti le possono attuare solo con i soldi dei costruttori. Questa Amministrazione ad esempio dovrebbe spiegare ai cittadini, come fa a sostenere economicamente tutti i lavori di riqualificazione messi nel DUP 2018-2020 (documento unico di Programmazione), mettendo come copertura a bilancio, proprio i futuri oneri di urbanizzazione che, semestralmente entreranno nelle casse del comune, se poi dichiara e promette (di nuovo, la prima volta non e’ andata molto bene.. ) di fermare i costruttori che vorrebbe dire, perdere anche i milioni di euro degli oneri di urbanizzazione.

Per onestà intellettuale chi continua a promettere di fermare il PGT dovrebbe spiegarci come intende mandare avanti e riqualificare il nostro Comune in modo alternativo e senza i soldi degli oneri.

Poi c’e’ chi promette di modificare il PGT “convincendo” un costruttore a non procedere con un loto di appartamenti ma, sostituendoli con una RSA. Ovvero un soggiorno per anziani che permetterebbe di poter modificare la convenzione. Si parla della zona sotto la torre piezometrica che è davvero orrenda. Non e’ voce nuova. Mi era già capitata di sentirla. Il motivo principale sarebbe perchè con una torre cosi’ brutta difficile vendere le case in quella zona. Che ci sta. Io non sono contraria ad un eventuale scenario del genere. Però la paura è che, potendo intervenire sulla convenzione, si possa poi andare a cambiare anche altri parametri come quello importante del limite del 70%. Ovvero non si può proseguire nella costruzione dei vali palazzi se non si e’ prima venduto almeno il 70% del costruito.

Quando si mette mani ad una convenzione, non si sa mai come finisce. Abbiamo gia’ dato con la giunta di Officina ora sostituita con la lista Insieme capitanata da Lidia Reale vice sindaco e candidata a sostituire il Sindaco attuale. Non vorremmo che si ripetesse. Anche perchè la lista che propone questa nuova soluzione e’ quella che sostiene il candidato Sindaco 26 enne (27 nel prossimo novembre), Simone Patera. Ed è quella che viene identificata da molti cittadini e dagli avversari politici come la lista del Costruttore. Non è detto che sia così ma per chi lo pensa non possiamo dire che pecca a prescindere.

Relativamente ad AT01 non si fara’ di suo. Senza bisogno di interventi di nessuno. E’ risaputo che il costruttore stia cercando di vendere in quanto non piu’ interessato a costruire ed investire un botto di soldi, in un momento in cui, il mercato immobiliare non e’ ancora in ottima salute come prima della crisi. La ripresa e’ lenta. Non serve fare nulla se non aspettare. Poi se riuscirà a vendere a qualche straniero, se ne riparlerà ma per come sento, nessuno al momento ha mostrato interesse in un affare di questo tipo, probabilmente capendo che non e’ remunerativo. Non ora.

Alla fine in tutto sto casino.. non rimane altro che votare il più capace ed il più esperto. Al netto del PGT e di tutte le polemiche, di avvisi di garanzia tutti ancora da verificare non essendo nemmeno ancora andati a processo e di sospetti gettati ad arte su ndrangheta e mafia. Sono stanca dell’immobilismo che vige in questo Comune da anni. Tutto si sta deteriorando. Dalle strutture, alla educazione delle persone, alla noiosa insostenibile leggerezza dell’essere, dei nostri giovani che li porta a regredire umanamente e culturalmente rispetto alle generazioni passate. E’ ora di cambiare.

E non voglio votare e decidere, tra polemiche e rabbia che contraddistinguono il PGT. Voglio scegliere chi tra questi candidati è più preparato ed esperto e capace di tenere testa ai costruttori senza cedere di un millimetro. Ma mantenendo un rapporto equilibrato e giusto per entrambe le parti. E non di sudditanza.

Tanto il PGT oramai c’è. Le convenzioni sono già state ridimensionate. Almeno si salvi il salvabile e si salvi il nostro Comune con una gestione virtuosa efficace ed efficiente.

Ultima cosa: votare e’ importante. Non importa per chi votate ma importa che votate. Altrimenti perderete il diritto di critica per i prossimi 5 anni. Basiglio è di tutti. Ed è giusto che tutti sentano il dovere e non solo il diritto di votare.

One thought on “Il fatto quotidiano oggi cerca di spiegare la differenza tra fango ad orologeria e informazione. Peccato che la giustificazione non regge e crediamo di averlo dimostrato in questo articolo. Si sono dimenticati, stranamente, della candidata sindaca Lidia Reale, facente parte dell’amministrazione Patrone, accusato un anno fa dal Fatto quotidiano e dimenticata stranamente a questo giro. Malafede o scarsa professionalità? Votate con la vostra testa. Solamente con la vostra testa. E sarete sicuri di non esservi fatti presi in giro dai media.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Visitatori Blog

  • 145.909 visite

Milano3 è anche questo

Siamo su Facebook

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Olimpiadi 2026

Onore e Stima. Uomini di Stato uccisi, anche dallo stato.

Articoli più cliccati

Info Resp. Blog

Blog Ideato e gestito da Annamaria Licata.
Rif. Mail: licata.annamaria@libero.it

5.000.000 di SI.

Natale 2018: Un giocattolo per un sorriso.

RSS Un pò di Sport

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Per non dimenticare: Giustizia per Genova.

Member of The Internet Defense League

GAIA Animali e Ambiente Basiglio tel. 338.3308300

Sede presso "Casa delle Associazioni" - Res. Solco, 511, Basiglio. Responsabili: Pamela Marangoni, Edea Conti. Volontaria Rozzano:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: