Cronaca di un suicidio Annunciato. Analisi di una sconfitta annunciata. Una vittoria senza consensi ed ennesima querela, sul Rivalago, utile solo alla procura. Ricordiamo che la concessione per i permessi di costruzione per il terrazzo del Ristorante, fu firmata dal famoso Guadagnolo, agli arresti domiciliari e in attesa di processo. Magari (la Procura) trova qualcosa di “utile”, a furia di essere chiamata ad interessarsi di quello che scriviamo. Noi non abbiamo nulla da nascondere. Noi.

1

18 giugno 2018 di Il Grillo parlante

Le elezioni sono finite da una settimana ma, le scorie di una sporca e, sottolineiamo sporca, campagna elettorale non sono ancora state smaltite. Sui social si leggono post astiosi da una parte all’altra. Di sicuro e’ difficile saper perdere ma c’è chi dimostra che e’ ancora più difficile saper vincere.

Oltretutto una vittoria senza un consenso adeguato. Una vittoria arrivata solo perche’ hanno perso gli altri. Un suicidio annunciato e nemmeno cosi’ imprevisto agli occhi di chi conosce la politica a Basiglio e conosce come ragionano i cittadini di Basiglio. Anzi la meta’ di essi. Visto che a votare e’ andato poco piu’ del 53%. Questa si,  una vergogna.

Di sicuro l’articolo del Fatto Quotidiano contro il candidato Marco Cirillo ha fatto danni. E nonostante, la lista della Lidia Reale, proseguimento della precedente amministrazione, abbia perso, oltre 700 voti (quasi la metà), di quelli presi nel 2013, sintomo di forte bocciatura, si è ritrovata vincente quasi inaspettatamente rispetto all’ultimo sondaggio, che girava tra pochi intimi che, la dava perdente nei confronti di Cirillo e che dava, come poi e’ stato, terzo, il candidato della Straordinaria Basiglio, quarto la lista di Onesti e quinti i 5 stelle.

A parte queste valutazioni che lasciano il tempo che trovano, per spiegare la sconfitta bruciante del centro destro, in un momento in cui e’ vincente dovunque si presenta, bisogna tornare indietro nel tempo ed analizzare gli errori fatti da Forza Italia e dalla lega. Tenendo presente che anche la Straordinaria Basiglio ha performato meno di quanto ci si aspettasse. Il cambio di candidato, da parte di questi ultimi, e’ stata una mossa secondo noi folle e da subito segnalata come tale. Abbiamo scritto più volte che i cittadini che avevano seguito da vicino la nascita del Movimento, non avrebbero mai capito, nè digerito, il cambio di candidato. E questo e’ stato il primo grande errore, sempre secondo noi. Nel contempo Forza Italia faceva il secondo grande errore, ovvero liquidava l’ex sindaco Marco Cirillo, insieme agli altri due consiglieri comunali, Anna Moneta e Andrea Pastore, senza minimamente preoccuparsi di spiegarlo adeguatamente alla base e pensando, di poterli sostituire sul territorio, senza pagare dazio, dopo che per 15 anni forza Italia sono stati loro, insieme all’altro ex sindaco Alessandro Moneta. Non essendo in grado di avere dei militanti e dei candidati adeguati alla situazione e, trovandosi completamente priva di figure carismatiche sul territorio, Forza Italia si e’ accodata al carro degli Straordinari e al candidato da loro prescelto. Il giovane Patera. Questo i loro elettori non lo hanno compreso, lo abbiamo scritto diverse volte in tempi non sospetti e, la stragrande maggioranza ha votato la lista di Cirillo, Moneta, Pastore. Basti vedere le preferenze. Da soli Moneta e Pastore hanno racimolato, quasi piu’ preferenze dell’intera lista Patera che comprendeva Forza italia e Lega.

Un suicidio appunto. Idem la Lega. Vittoriosa in tutta Italia tranne che a Basiglio. Farsi una domanda sarebbe utile. Darsi qualche risposta, ancora di più. Molti elettori avevano preavvisato che non avrebbero appoggiato la scelta del candidato sindaco. Magari la prossima volta,  ascoltare di piu’ la base non sarebbe male, considerando che i voti sono quelli che differenziano la vittoria dalla sconfitta e, arrivano proprio dalla base.

Alla fine il centro destra si e’ suicidato agli occhi anche dei loro elettori che ad oggi, ancora non hanno capito le divisioni inutili. Ancora si chiedono perche’ andare separati facendo inevitabilmente vincere una lista che e’ stata bocciata dall’82% degli aventi diritto e, dal 67% dei votanti. Votata solamente dal 18% degli aventi diritto. E il 33% dei votanti.

Noi pensiamo che si sia trattato di un regolamento di conti, sulla pelle degli elettori del centro destra. Per questioni soprattutto personali e per interessi legati come sempre al PGT, si è deciso di affidarsi ad una lista civica e ad un candidato inserito in corsa al posto di un altro che era dato per vincente e che probabilmente avrebbe vinto. Gravissimo errore. Pagato caramente. Il cittadino, quello che e’ andato a votare, ha capito ed ha punito determinate scelte pre elettorali. Lo scontro all’ultimo voto (e polemica durissima), ha visto prevalere il gruppo di Cirillo con 895 voti, contro i 721 di Patera, della sua lista che comprendeva Forza Italia e Lega. Pochi estremamente pochi. Anzi una debacle se si pensa che si partiva da una base di oltre 1800 voti, presi tre mesi prima alle politiche dal centro destra (Lega e F.I.), qui a Basiglio. E se si pensa che, alla campagna elettorale, hanno partecipato due onorevoli con la prima linea di F.I, ed uno in fase di diventarlo,in quota lega che, al momento vincerebbe pure senza concorrere, direi che il risultato finale e’ stata una sconfitta pesante. Anzi pesantissima. Hanno perso la sedia di di Sindaco ma anche la guerra personale e fratricida con l’altro candidato sindaco Cirillo e i due consiglieri comunali Pastore e Moneta. Ce ne è abbastanza per una profonda auto critica. Anche se ormai la frittata e’ fatta e, le scelte errate hanno portato a vincere chi, per 5 anni,  ha fatto parecchi danni e quasi dimezzato le convenzioni in termini di ritorno per i cittadini. Ora si entrerà nel vivo del PGT. Vedremo come fermeranno i costruttori, come hanno promesso in campagna elettorale. E’ facile che gli concedano di cambiare le convenzioni. E’ tutto da capire come. Ma di sicuro non siamo tranquilli. Visto i precedenti.

Bisognerà pure risolvere la questione RIvalago che,  oltretutto, grazie ad una insensata querela che fece tempo fa, l’ex Assessore Marazzi alla sottoscritta, già finita all’attenzione della Procura, e dato che errare e’ umano ma perseverare e’ da geni, ci è appena giunta una seconda querela sempre sul rivalago. Se si presenterà, nuovamente, la procura avremo diverso materiale da consegnare. Ricordando sempre a tutti, procura in primis che, chi ha firmato i permessi di costruzione per conto del comune che, hanno portato ad avere una gru ed un ecomostro da oltre 18 mesi, in mezzo al lago, si chiama Arturo Guadagnolo, ora agli arresti, in attesa di Processo che si terra’ a luglio, per tangenti e corruzione per un totale di 10.000.000 di euro. Reati perpetrati in altri comuni di cui era consulente. Magari sara’ la volta buona che qualcuno della Procura si interessa pure di Basiglio e,  cerca di capire cosa diavolo sia successo nella gestione discutibile del Rivalago, tenendo sempre a mente che due consiglieri comunali della vecchia giunta ed ora, promossi ad assessori, erano loro fornitori. Uno di vini (Fabio VInciguerra), l’altro di servizi legali (Alvise Rebuffi, autore della nuova querela).

Vedremo se il rivalago e’ una “porcata” od un semplice vizio di forma,  cosi come viene definito dall’attuale sindaca di Basiglio. La sentenza del tar, intanto lo ha definito abuso edilizio da sanare ed immediatamente. Una sentenza che ha duramente ripreso gli artefici di quella decisione folle di far cementare il terrazzo sul lago. Già che ci siamo, solleciteremo alla corte dei conti la verifica degli oneri di urbanizzazione ancora in possesso del comune in un fondo bloccato. Come mai ancora non vengono resi? Pensano di andare oltre a costruire, nonostante il tar abbia definito il rivalago, un abuso ed una variante al pgt, bloccando i lavori, grazie alla scellerata delibera 34 sotto verifica del tar? Come vedete nuova giunta vecchi problemi. Tutto cambia per non cambiare mai nulla. Il gattopardo si presta bene non solo in sicilia ma pure a Basiglio.

Ci aspettano 5 durissimi anni.. o forse meno. Si vedrà. Intanto i lavori per il manto stradale in varie zone di Basiglio sta facendo al momento piu’ scontenti che contenti. Basti vedere i lavori già finiti.

Ora se il passato è stato pessimo, il presente e’ ancora peggio e ciò ci fa pensare che il futuro difficilmente potrà essere meglio.

Di conseguenza si salvi chi può. Purtroppo non prevediamo nulla di buono per la nostra Basiglio. Ma siamo qua pronti ad essere smentiti.

Alla prossima.

AL

71HhuOWfIML._SY550_

 

One thought on “Cronaca di un suicidio Annunciato. Analisi di una sconfitta annunciata. Una vittoria senza consensi ed ennesima querela, sul Rivalago, utile solo alla procura. Ricordiamo che la concessione per i permessi di costruzione per il terrazzo del Ristorante, fu firmata dal famoso Guadagnolo, agli arresti domiciliari e in attesa di processo. Magari (la Procura) trova qualcosa di “utile”, a furia di essere chiamata ad interessarsi di quello che scriviamo. Noi non abbiamo nulla da nascondere. Noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Visitatori Blog

  • 145.910 visite

Milano3 è anche questo

Siamo su Facebook

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Olimpiadi 2026

Onore e Stima. Uomini di Stato uccisi, anche dallo stato.

Articoli più cliccati

Info Resp. Blog

Blog Ideato e gestito da Annamaria Licata.
Rif. Mail: licata.annamaria@libero.it

5.000.000 di SI.

Natale 2018: Un giocattolo per un sorriso.

RSS Un pò di Sport

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Per non dimenticare: Giustizia per Genova.

Member of The Internet Defense League

GAIA Animali e Ambiente Basiglio tel. 338.3308300

Sede presso "Casa delle Associazioni" - Res. Solco, 511, Basiglio. Responsabili: Pamela Marangoni, Edea Conti. Volontaria Rozzano:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: