Domani, 23 ottobre si terrà l’elezione dell’amministratore del Supercomprensorio che, resterà in carica per i prossimi due anni. Dovrebbe esserci la riconferma dell’attuale Amministratore, Luca Ruffino. Il quale nei giorni scorsi ha presentato il suo libro in cui, racconta il suo incubo giudiziario durato 7 anni, con assoluzione finale, perchè il fatto non sussiste, dal titolo eloquente e originale: “L’incubo di un coglione”, scaricabile gratuitamente. Da leggere per capire lo stato attuale della giustizia italiana e come può essere devastante per la vita di un uomo innocente, se non ha soldi, avvocati bravi e fortuna. Nella stessa Assemblea ordinaria, verranno nominati i nuovi 5 membri del Comitato del Comprensorio. Si prevede battaglia fermo restando che è organo consultivo solo per la parte amministrativa e superato oramai dal contratto in essere con società di revisione dei conti. Ergo chi si candida non dovrebbe nemmeno prendersi troppo sul serio ma mettere a disposizione le proprie capacità, per il bene della comunita’ di Milano 3.

Lascia un commento

22 ottobre 2018 di Il Grillo parlante

Ci siamo. Domani, 23 ottobre, alle ore 17,00, si terrà, presso l’aula consigliare del Comune, l’elezione dell’amministratore del Supercomprensorio che, resterà in carica per i prossimi due anni. Non ci dovrebbero essere sorprese dell’ultima ora e, la riconferma dell’attuale Amministratore, Luca Ruffino, appare scontata. Lo stesso, nota di cronaca, nei giorni scorsi ha presentato il suo libro che, racconta il suo incubo giudiziario durato 7 anni, con assoluzione finale, perchè il fatto non sussiste, dal titolo eloquente e originale: “L’incubo di un coglione”, scaricabile gratuitamente. Da leggere per capire lo stato attuale della giustizia italiana e come può essere devastante per la vita di un uomo innocente, soprattutto se non ha soldi, avvocati bravi e fortuna. Nella stessa Assemblea ordinaria, verranno nominati i nuovi 5 membri del Comitato del Comprensorio. Si prevede battaglia fermo restando che, è organo consultivo solo per la parte amministrativa e superato oramai dal contratto in essere, con società di revisione dei conti. Ergo si discute per un tozzo di pane inutile. Se non ci si presenta con le migliori intenzioni, con la voglia di fare e non di contestare per la voglia di farlo, o per l’interesse di farlo e, con la preparazione necessaria, in quanto il comprensorio e’ materia delicata e complicata.

Per quanto ci riguarda riteniamo che chi abbia conflitti di interesse non si debba presentare. (una figlia in comune con contratto precario, e’ un’arma di potenziale pressioni indebite nei confronti di un padre che per il bene della figlia farebbe di tutto).

Ovviamente restiamo sempre in attesa delle dimissioni del consigliere comunale Cervi, dal comitato tecnico del Comprensorio per evidente conflitto di interessi.

Chi non conosce il comprensorio e non sa di che parla, dovrebbe fare altrettanto. Evitare di candidarsi. Primo perchè sarebbe presenza inutile e, secondo, toglierebbe il posto magari a chi, sa di che parla. Va bene fare le rivoluzioni ma bisogna avere sostituti all’altezza altrimenti si rischia solo di essere respinti con perdite. Quando si vuole cambiare, si deve conoscere e bene la materia di cui si parla. Non basta gridare alla trasparenza. Bisogna saper operare in modo costruttivo per il bene di Milano 3. E’ giusto mettere in discussione il presente ma, bisogna farlo nel merito e dimostrando nei fatti le contestazioni. Farlo per puro sospetto, classico degli italiani, non porta a nulla. Non porta ad un controllo serio. Porta solo a fare demagogia tanto per raccattare qualche voto.

Per quanto ci riguarda, sistemato il bilancio, (che era arrivato ad avere un passivo di oltre un milione di euro), operando senza potersi muovere visto che le Assemblee straordinarie non riescono ad essere decisive per mancanza di quorum., riteniamo buono il lavoro svolto fino a qui. Si può e si deve fare di meglio ma, la buona volontà vediamo che non manca. E’ stato introdotto un numero verde per le segnalazioni varie di interventi di manutenzione sul suolo comunale. E’ stata creata la pagina della Vigilanza che, ha avuto un ottimo ritorno, sia nella valutazione degli utenti, sia nell’utilizzo della stessa. Si dovrà sistemare la faccenda legata al fortino, e magari intervenire più concretamente nella faccenda Rivalago. E’ ora di riqualificare quella parte di Milano 3.

Una cosa la vogliamo dire, con la solita sincerità. Purtroppo la gente non partecipa come dovrebbe. In compenso critica. A volte anche strumentalmente. Per quanto ci riguarda, visto il disinteresse generale, cambieremmo tutta la struttura decisionale del comprensorio, rivedendola completamente, togliendo il comitato e lasciando i controlli esterni e i delegati e, lasciando pieni poteri all’Amministratore, il quale poi ne risponderebbe ogni due anni a tutti i residenti di milano 3 e non solo ai 39 delegati. Ma in questa vita è più facile vincere all’enalotto che cambiare il regolamento del Comprensorio.

Di conseguenza mi auguro che chi verrà eletto come membro del Comitato, sia preparato, attento, abbia voglia di fare e sia costruttivo. Richiamare i fantasmi passati.. essere disfattista o complottista, non aiuta a migliorare. Ma e’ utile solo per perdere tempo e bloccare attività utili per il comprensorio.

C’e’ una polemica che gira, sulla validità delle deleghe dei delegati. Nel senso che i delegati delle varie residenze, dovrebbero essere eletti con i due terzi dei condomini della loro residenza. Purtroppo sempre per mancata presenza della gente che si disinteressa, molti delegati sono stati eletti senza i due terzi previsti dal regolamento.

Ma se, ci ricordiamo bene, nel caso in cui, nessuno dei condomini delle singole residenze, impugna l’elezione del proprio delegato entro 30 giorni, quest’ultimo ha pieno diritto ad essere delegato e, a rappresentare la residenza. Questa e’ una polemica che ogni tanto spunta fuori. E pensiamo che domani, non mancherà. Ma, come già in passato, non porterà secondo noi a nulla, se non a perdere tempo.

Detto questo, in bocca al lupo a tutti i candidati.. anzi a quasi tutti. E speriamo che la scelta ricada su persone valide. E non su chi si improvvisa senza nemmeno sapere per cosa si sta candidando e di che si parla.

Vedremo domani. Nel frattempo, come dicevamo ad inizio articolo, vi segnaliamo l’uscita del Libro dell’amministratore attuale Luca Ruffino, dal titolo eloquente, L’incubo di un coglione”, dove racconta e si racconta, i suoi 7 anni da incubo, passati tra le maglie, a volte, devastanti, della giustizia italiana e la gogna mediatica che lo ha accompagnato. Una storia vera, inquietante che, fortunatamente e’ finita bene ma, solo dopo 7 anni. 7 lunghi e difficili anni. 84 mesi. 2555 giorni. Tanti soldi. Tante notti insonni. Tanto tempo rubato alla propria serenità. Tanto tempo passato a vergognarsi per un fatto che non sussiste come ha stabilito la Cassazione. Direi che la Giustizia in Italia ha qualche problema. Tutti i PM dovrebbero tenere la foto di Falcone e Borsellino sulla scrivania ed, ogni volta, prima di agire, chiedersi cosa avrebbero fatto loro. Si eviterebbero tanti obbrobri giudiziari. Tanti innocenti dalla vita condizionata o addirittura rovinata.

Ed ora aspettiamo domani, vi terremo allineati in diretta sulle elezioni. Nel frattempo passo e chiudo.

AL

Per chi volesse scaricare il libro riportiamo il link dove poterlo fare.

Libro : L’incubo di un coglione. Scaricalo gratuitamente

libro.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Visitatori Blog

  • 143.677 visite

Milano3 è anche questo

Siamo su Facebook

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Olimpiadi 2026

Onore e Stima. Uomini di Stato uccisi, anche dallo stato.

Info Resp. Blog

Blog Ideato e gestito da Annamaria Licata.
Rif. Mail: licata.annamaria@libero.it

5.000.000 di SI.

Natale 2018: Un giocattolo per un sorriso.

RSS Un pò di Sport

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Per non dimenticare: Giustizia per Genova.

Member of The Internet Defense League

GAIA Animali e Ambiente Basiglio tel. 338.3308300

Sede presso "Casa delle Associazioni" - Res. Solco, 511, Basiglio. Responsabili: Pamela Marangoni, Edea Conti. Volontaria Rozzano:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: