1.500.000 euro. Ripetiamo: un milione e cinquecentomila euro, per la costruzione della nuova sede, della Croce Amica di Basiglio. Un milione e cinquecentomila euro. E per chi non avesse capito bene, un milione e cinquecentomila euro. E poi, dove? Rivalago ennesima puntata nel mistero piu totale. Fermate il mondo. Voglio scendere.

Lascia un commento

20 marzo 2019 di Il Grillo parlante

In questi giorni, e’ stato pubblicato da questa Amministrazione, il DUP, ovvero il documento unico di programmazione. Praticamente le previsioni di spesa, di questo Comune per i prossimi 3 anni, partorite da questa giunta. Tra l’altro verrà discusso, insieme al Bilancio in un prossimo Consiglio Comunale già fissato il 26 marzo prossimo (dopo quello indetto per domani, 20 marzo).

Prevediamo che possa battere il record delle tre ore del memorabile consiglio comunale di fine anno. E prevediamo possa essere ‘molto acceso. Proprio perche’ in discussione oltre al bilancio, ci saranno anche, le previsioni di spesa per i prossimi tre anni. Tra le quali spicca la voce (la numero 11) che ha fatto tracollare chiunque l’abbia vista, di 1.500.000 di euro per la costeuzione della nuova sede della Croce amica di Basiglio (ed Unitre). Ora, per una cifra del genere mi aspetto la sede con i rubinetti in oro, il pavimento pieno di brillanti, uno smartphone da 1000 euro, in regalo, ogni volta che si va e, un elicottero sempre pronto per trasportare i cittadini in ospedale, anche fosse solo per un mal di pancia.

IMG-20190319-WA0003.jpg

Seriamente parlando, sembra uno sproposito di cifra quando sinceramente ci sono, anche altre priorità a Basiglio. Si può pensare di rivedere una sede ma non ad una cifra del genere. La più alta di tutto l’elenco. Se si pensa che un consigliere comunale e’ figlio dell’anima portante della Croce Amica, la cosa fa pensare e, non in bene. Con tutto il rispetto per la Croce Amica che svolge sicuramente un’attivita’ importante e che merita rispetto, stima e gratudine, un milione e mezzo di euro sembrano, davvero, uno sproposito. Sicuramente avremo compreso male noi. Anche perche’ non sempre e’ di nostro utilizzo, cioè dei cittadini di Basiglio ma, svolge servizi per un’area molto piu’ vasta del nostro comune. Di conseguenza, non capiamo perchè i soldi li dobbiamo cacciare solo noi. E poi essendo nuova costruzione, ci piacerebbe capire dove costruirebbero. Siamo estremamente curiosi su questo punto. Dove. Lo affronteremo in altro articolo, una volta compreso meglio.

Detto questo, ci sono tutti i contratti di manutenzione da rifare. Ci sono gli edifici scolastici che rimangono al freddo, ogni inverno, c’e’ via Visconti che e’ un attentato alla vita di chi la deve fare tutti i giorni, per le buche fuori da ogni logica e che gridano vendetta.

Giusto per darvi uno spunto. Sulle case comunali si potrebbe parlarne. Oppure, assumere polizia locale, visto che da noi non esiste quasi più, soprattutto, dopo l’esecuzione in pieno stile mafioso che ha portato via una vita, presso la cascina vione, a fine febbraio. Per non parlare del contratto di manutenzione delle telecamere. Visto che l’ultima volta che sono state manomesse, qualcuno ha ammazzato un uomo, senza che ci sia un fotogramma del suo passaggio a Basiglio. Così pare. Almeno. Due settimane senza telecamere, pagate 150.000 euro ma non collegate a nessuna sala di controllo, perchè come dice il consigliere comunale Fabio Vinciguerra, bisogna rispettare la privacy. Giusto. Delle targhe e degli assassini. Visto l’utilizzo unicamente passivo di ripresa, quando funzionano, forse non era il caso di comprare stupide telecamere, dal costo decisamente inferiore visto che non vengono utilizzate in modo proattivo e intelligente? un sistema smart che sicuramente sarebbe costato nemmeno la metà.

L’assessore smart Vicamini potrebbe spiegarci il senso di quella spesa, visto che ha aziende nel settore. E soprattutto presentare le sue dimissioni, invece di querelare i cittadini che osano chiedergli conto. A sto giro non la sottoscritta. Sulle telecamere aspetto ma dubito mi arrivi querela, Dubito proprio. Dovrebbe querelare se stesso per manifesta incapacita’. Se non si vuole pensare peggio. Certo è che, se, gli autori dell’esecuzione in stile mafioso, davvero avessero manomesso le telecamere (come pensano gli inquirenti), per commettere un omicidio due settimane dopo, in tutta tranquillità, la fama della nostra amministrazione di non avere contratti di manutenzione e di non essere un fulmine di guerra nel ripristinare guasti e malfunzionamenti sarebbe davvero estesa. E preoccupante. Oltre che imperdonabile e inaccettabile.

Passando ad altro, notiamo un’altra voce di spesa che ci fa pensare e che si capira’ meglio in futuro. 500.000 per un centro giovanile di aggregazione. Tutto da capire. Non per il progetto. Che sia chiaro.

In questi giorni era partita, subito bloccata, la rimozione di una parte del famoso ecomostro di Rivalago. Un cantiere, tra l’altro sprovvisto di qualsiasi segnaletica, credo, obbligatoria per legge. Di conseguenza non sappiamo chi stava facendo i lavori. Chi ha dato mandato per procedere. Chi e’ il responsabile dei lavori e cosi’ via. Abbiamo notato per qualche giorno, l’inizio dei lavori di rimozione delle colonne della terrazza in cemento. Dopo di che, al momento non si sono piu’ visti i muratori, lasciando la terrazza in condizioni peggiori di prima. Si parlava di ordinanza di rimozione, da parte del Comune ma non ci siano tracce di tale documento. Pare ci sia una comunicazione diretta tra Comune e proprietà del Ristorante, per la rimozione della parte, che il tar ha stabilito essere abuso edilizio. Un’ordinanza poteva essere immediatamente impugnata dal Tar. E questo in comune lo sanno, visto che sono loro che hanno contribuito questo piccolo ecomostro dal nome di Rivalago e che ci trasciamo da quasi tre anni. E non si capisce i famosi 70.000 euro di oneri di urbanizzazione che, l’assessore agli affari legali (credo unico assessorato in italia di questo tipo ma noi a Basiglio ci distinguiamo sempre e non solo per il reddito), aveva annunciato che sarebbero stati resi alla proprieta’ del Rivalago, che fine hanno fatto. Non ci risultano siano stati resi. Non vorremmo fossero parte integrante, di questo eventuale accordo privato tra il Comune e il Ristorante, fermo restando che questa comunicazione, semmai confermata, deve essere assolutamente protocollata ed, in ogni caso visto che i lavori di rimozione si sono gia’ fermati, probabilmente questo accordo, cosi accordo al momento non lo è più. Sicuramente qualche consigliere di opposizione, procedera’ all’accesso agli atti. Vi faremo sapere. Ogni puntata del Rivalago sembra l’ennesima svolta di una telenovela senza fine. Di quelle che, dopo vent’anni ti ritrovi di nuovo davanti al via e, non ti danno nemmeno il venti euro del monopoli. Questa storia non sembra avere fine ma, soprattutto, è sempre meno chiara. Altro materiale per la mia memoria difensiva. Se mai si finirà in tribunale. E ci resta sempre il dubbio che il comune per appianare con la proprieta’ del ristorante e riqualificare quell’aerea, possa farsi prendere la mano ed acquistare lei la proprieta’ del ristorante per poi poterci costruire, ad esempio il centro aggregativo per i giovani, dal valore previsto di mezzo milione di euro. Cifra simile a quanto chiede la proprieta’ del Ristorante per venderlo. Sicuramente non sara’ cosi. Però, se pensare male si fa peccato, spesso ci si piglia, se poi c’e’ di mezzo Rivalago, ci si piglia sempre.

Ci sono altre voci curiose che cercheremo di capire meglio come lo smart parking. Sperando che non sia come le smart telecamere.

Per ora ci fermiamo. Per ora. In attesa di capire meglio, il 26 marzo prossimo, nel Consiglio Comunale dove si parlerà espressamente del DUP e della previsione di spesa per i prossimi tre anni. Oltre che di bilancio. Si consigliano sacchi a pelo, thermos e coperte. Oltre a scudo ed elmetto. Non vediamo l’ora. Nel frattempo pubblichiamo foto della situazione ad oggi dell’area di Rivalago. Ricordando la mancanza totale di cartellonistica, fuori dal cantiere. Credo si possa denunciare. Gireremo la segnalazione al Comandante della Polizia Locale. Nel dubbio. Di seguito una slideshow di alcune foto scattate in giornata.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Nota finale. Pero’ mi vogliono bene in Comune. Hanno stanziato mezzo milione di euro per il rifacimento della Caserma dei Carabinieri. (Cosa giustissima, seriamente parlando). Probabilmente, visto che mi ci mandano spesso con le loro querele, vorranno rendere l’ambiente più accogliente. E di questo li ringrazio. Se poi ci mettessero pure un distributore di cioccolatini (in attesa vanno bene le caramelle 🙂 ) e caffè a gratis, sarebbe perfetto. Potrei quasi ricambiare l’affetto. 🙂 E poi magari un giorno potrebbe toccare a loro. Mai dire mai. 🙂

Se cacciamo un milione e mezzo per la croce Amica, caffè e cioccolatini per i cittadini che querelano, possono pure offrirli. Tra l’altro, non sono più l’unica, oramai querelano chiunque chieda delucidazioni in merito, sull’operato di questa amministrazione ed invece di mostrare le carte e di rispondere con tutta trasparenza, fanno querele per zittire chi osa farsi e fare domande. Ergo serve una caserma più efficiente ma anche più accogliente. 😁

Infine, da come leggo sui social e, da quello che ascolto parlando con i cittadini, questa amministrazione non se la passa molto bene. Oramai molti cittadini stanno capendo. E iniziano ad essere insofferenti verso di loro. E da come sento pure tra di loro, intendo tra questa amministrazione, ci sono insofferenze e litigi continui. Un po’ di paura, chi ha preso coscienza e chi ha capito in che casino e’ finito. E’ solo questione di tempo. Solo questione di tempo.

AL

bonaventura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Visitatori Blog

  • 139.413 visite

Milano3 è anche questo

Siamo su Facebook

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Olimpiadi 2026

Onore e Stima. Uomini di Stato uccisi, anche dallo stato.

Articoli più cliccati

Info Resp. Blog

Blog Ideato e gestito da Annamaria Licata.
Rif. Mail: licata.annamaria@libero.it

5.000.000 di SI.

Natale 2018: Un giocattolo per un sorriso.

RSS Un pò di Sport

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Per non dimenticare: Giustizia per Genova.

Member of The Internet Defense League

GAIA Animali e Ambiente Basiglio tel. 338.3308300

Sede presso "Casa delle Associazioni" - Res. Solco, 511, Basiglio. Responsabili: Pamela Marangoni, Edea Conti. Volontaria Rozzano:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: