Sondaggio Fortino. Dopo oltre un decennio, si discute cosa farne. Dite la vostra. Volete riqualifarlo spendendo tanti soldi, buttarlo giù al minimo dei costi e tanto verde, non fare nulla e risparmiare oppure, spendere gli stessi soldi della eventuale riqulificazione, nell’abbattimento e costruzione di altro, da decidere in una Assemblea Straordinaria?

1

4 aprile 2019 di Il Grillo parlante

Ed eccoci qua a poco piu’ di una settimana, dalla prossima riunione informale dei Delegati del Comprensorio. Tra le varie voci all’ordine del giorno, si ritorna a parlare del Fortino.

In sunto, si dovrebbe decidere se procedere a spendere un centinaio di migliaia di euro (forse meno, aspettiamo di vedere le nuove offerte richieste), per la manutenzione ed il ripristino del Fortino. Così potrebbe passare in una semplice assemblea ordinaria. Legata ai voti dei soli Delegati (che dovrebbero, però, ascoltare i proprio residenti). Oppure non si fa nulla. Lasciando il fortino cosi’ come e’ ora. In sicurezza. Ed evitiamo di spendere soldi e tanti, per un qualcosa in cui molti non hanno interesse. Negli ultimi 10 anni c’è stato un ricambio fortissimo a Milano 3 e molti non sanno nulla del fortino nè lo hanno mai vissutoOppure, piu semplicemente non hanno figli o li hanno grandiAltri progetti si fa fatica a  prendere in considerazione perché dovrebbero essere avvallati, da un’assemblea straordinaria. E si sa che, per la Straordinaria, difficilmente si avrebbero i numeri per riuscire a farla partire. A meno di un gentlemen agreement, tra tutti gli appartenenti alla struttura del comprensorio, ovvero Delegati, Comitato, Amministratori vari, per evitare di impugnare l’assemblea. L’anno scorso ci siamo sorbiti mesi di discussione, su un protocollo da mettere in piedi, per agevolare la convocazione della assemblea straordinaria. Che fine ha fatto? perchè non applicarlo insieme al gentlemen agreement? Tanto per sfatare le chiacchiere di un immobilismo cronico, dovuto a una assemblea di Delegati che non potremmo, certo definire, in tutta sincerità, in armonia tra di loro e con il mondo. Vale pure per il Comitato.  Ma questo non ci stupisce. Siamo in Italia. Dovunque ci siano più di 2 persone, nascono le correnti.  Però ogni tanto bisognerebbe pure tirare le fila e provare a fare qualcosa di concreto ed utile per i residenti. La vecchia DC era la regina delle correnti ma poi faceva. Eccome se faceva. Era un elefante nel muoversi. Ma si muoveva. Eccome se si muoveva.

Per quanto ci riguarda, tornando al Fortino, non riteniamo siano soldi spesi al meglio sopratutto se costretti a mantenere quello che c’è ora, senza poter ragionare, su un qualcosa che abbia più senso, visto che agli indiani non ci gioca più nessuno. 100.000 euro (forse qualcosa in meno) sono tanti soldi, forse troppi per riempire un vuoto, puramente nostalgico. Per non parlare del fatto che anche riqualificando il fortino, di fianco, c’è sempre il piccolo eco mostro del Rivalago, dove tra l’altro, gira  più di un topo, all’interno del cantiere abbandonato. E’ vero, hanno smontato le colonne in cemento. Ma tutto il resto resta. Scusate il gioco di parole. Lo schifo al momento resta. Ed i topi pure. Spendere tutti quei soldi per dare eventualmente la possibilità a qualche topo, di passare dal ristorante abbandonato al fortino, dove ci sarebbero i bambini, non so se ha senso.  L’area va riqualificata in toto. Altrimenti, noi del comprensorio rischiamo solo di buttare soldi inutilmente. Questo è il nostro pensiero che non implica il fatto che le altre scelte non abbiano pari dignità. Il punto e’ altro. Ma i residenti sanno? vengono allineati correttamente dai loro Delegati? non ci risulta essere sempre cosi’. Di conseguenza si rischia una scelta nelle mani di pochi. E che non sia la reale volonta’ della maggioranza dei residenti.  I quali, ad esempio, potrebbero avere poi da dire su troppi soldi spesi per un qualcosa di cui non si ha interesse. Potrebbe essere un buon risultato riqualificare il fortino ma, anche no. La verità è che non si ha la reale percezione di cosa vorrebbero i residenti di MI3. E si da forse troppo per scontato che, tutti vogliono il fortino, di nuovo in uso.

Purtroppo questo e’ il limite di Super comprensori di queste tipologie, dove non c’e’ massima armonia tra le varie strutture decisionali. L’Amministratore gestisce. Non può decidere su tutto, in totale autonomia. Di conseguenza il blocco non arriva dall’alto. Ma dagli strati sottostanti. Questo e’ il nostro comprensorio e dopo due anni di riunioni iniziamo a comprendere che, strutture enormi come la nostra,  difficilmente sono gestibili, con una struttura cosi’ datata e troppo sovra strutturata come è quella del comprensorio di Milano 3. Se si vuole tenere nell’immobilismo l’Amministrazione, basta che chiunque minacci di impugnare un’assemblea che tutto si blocca. Solo per la paura che possa succedere. Considerando, pero’ che, nessuno nella storia del Comprensorio lo ha mai fatto. Non c’e’ mai stata una impugnazione però, si vive nella paura che possa succedere. E tutto rimane fermo. Se non nell’ordinaria amministrazione che riteniamo comunque assolutamente positiva da parte dell’Amministratore e dei suoi collaboratori. Che sia chiaro, non e’ facile Milano 3 da gestire. E’ tutto il resto che, ci piace di meno. Al netto di persone in gamba e preparate che comunque ci sono e che su base volontaria, provano a rendere migliore il nostro comprensorio nonostante le difficolta’. Ma in Italia tutto e’ politica. E bastano pochi e poco, per tenere bloccato un paese. A partire dalla scelta delle tovaglie per i tavoli dei bambini dell’asilo. Giallo verdi sarebbero troppo governative, rosse troppo comuniste, azzurre troppo forziste.. nere troppo fasciste.  Questa e’ l’Italia. Il comprensorio di Milano 3 non fa eccezione. 

Tornando al Fortino, vi chiediamo di partecipare al sondaggio per dire la vostra, su cosa vorreste per il futuro di questa struttura. Abbiamo inserito 5 possibilità. Votate. La vostra opinione (anonima) e’ importante per capire cosa pensate davvero. Puo’ essere utile a tutti. Anche per chi dovra’ votare.

Buon voto a tutti. 

Per poter vedere i risultati del voto, cliccare in fondo al sondaggio dove c’e’ scritto View Results

One thought on “Sondaggio Fortino. Dopo oltre un decennio, si discute cosa farne. Dite la vostra. Volete riqualifarlo spendendo tanti soldi, buttarlo giù al minimo dei costi e tanto verde, non fare nulla e risparmiare oppure, spendere gli stessi soldi della eventuale riqulificazione, nell’abbattimento e costruzione di altro, da decidere in una Assemblea Straordinaria?

  1. Maddalena ha detto:

    Riqualificare senza spendere troppo

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Visitatori Blog

  • 139.417 visite

Milano3 è anche questo

Siamo su Facebook

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Olimpiadi 2026

Onore e Stima. Uomini di Stato uccisi, anche dallo stato.

Articoli più cliccati

Info Resp. Blog

Blog Ideato e gestito da Annamaria Licata.
Rif. Mail: licata.annamaria@libero.it

5.000.000 di SI.

Natale 2018: Un giocattolo per un sorriso.

RSS Un pò di Sport

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Per non dimenticare: Giustizia per Genova.

Member of The Internet Defense League

GAIA Animali e Ambiente Basiglio tel. 338.3308300

Sede presso "Casa delle Associazioni" - Res. Solco, 511, Basiglio. Responsabili: Pamela Marangoni, Edea Conti. Volontaria Rozzano:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: