Sospensiva lavori villa a cubo. Era ora. Ma solo dal 12 di giugno. Fino ad allora hanno lavorato senza permessi? Sembra di sì. Ed il comune non è mai uscito. Nonostante tutte le nostre segnalazioni. Ma tanto da noi tirano su ville e gabbiotti senza che nessuno in comune se ne accorga. Oppure se ne accorgono ma fanno finta di nulla. Sindaco si dimetta. Lei sa il perché. Se succede qualcosa di grave, lo avrà sulla coscienza. Non pensi all’immagine e alla poltrona. Pensi alla sua famiglia e alla sicurezza di due bimbi e di una donna. Si dimetta. È ricattabile e non più in grado di governare con serenità.

Lascia un commento

21 luglio 2019 di Il Grillo parlante

Vi ricordate la famosa villa a cubo, di cui ci siamo occupati negli ultimi due mesi? Finalmente ci sono i primi documenti, per iniziare a fare chiarezza e smentire questa amministrazione e la proprietà della villa. Ma ripartiamo dall’inizio.

Da anni c’è una villa in zona sagittario che è perennemente in costruzione. I lavori iniziati nel 2013/2014 stanno finendo ora, dopo varie pause di anni.

La villa ha una conformazione a cubo e non rispetta, almeno a vista, per quanto ci riguarda, la paesaggistica stringente di Milano 3. Senza rispettare nemmeno i famosi 80 cm di distanza dalla porta finestre alle fioriere. Chi ha seguito la vicenda sa di che parlo.

L’ultimo permesso di costruzione valido, dai documenti in essere, scadeva il 26 febbraio 2019. E non siamo riusciti a trovare il rinnovo necessario, per proseguire i lavori. Magari sbagliamo noi.

La villa era ancora in alto mare. I lavori proseguono. Per tutto il mese di marzo ed aprile. Fino a quando, la sottoscritta, ha iniziato a fare una serie di articoli, nonostante, letterine anonime e non solo, segnalando la strana costruzione ed il fatto che, si vociferasse, che stevano lavorando, senza permessi da parte del Comune.

La prima segnalazione e denuncia pubblica, con tanto di foto è del 30 di aprile.

E ce ne sono altre in maggio. Sempre con tanto di foto. Compresa la relazione tecnica negativa di Alberto Cervi, come membro del comitato tecnico del Comprensorio che, è altresì Consigliere Comunale, in una amministrazione che invece ha dato i permessi fino a fine febbraio di quest’anno. La data di deposito della relazione tecnica dovrebbe essere del 20 di maggio. Attenzione alle date.

Vi Posto gli screen.. Dei post sulla pagina Facebook e sul blog sempre da La voce di Basiglio. A testimonianza.


30 APRILE


3 MAGGIO 2019


18 MAGGIO


20 MAGGIO


22 MAGGIO


5 GIUGNO


Questo è invece il link della sezione dove potrete trovare tutti gli articoli di riferimento. https://lavocedibasiglio.blog/category/villa-a-cubo/


Durante i nostri articoli intorno a metà maggio (il 17, se non ricordo male), sono usciti i carabinieri per altri motivi. Sembra, problemi tra le imprese che stavano effettuando i lavori e, pare operai non propriamente in regola. Ed i lavori si sono fermati. Ripresi dopo, se non ricordo male, un paio di settimane, dove tolsero le impalcature. Intorno a fine maggio.

Polizia locale e Comune fino a quel momento non pervenuti. Mai visti alla villa. Nonostante come avete visto, le nostre nunerose segnalazioni (e mi leggono sempre in tempo reale in Comune, fidatevi) e l’intervento del Comprensorio. Ricordo al proprietario che quando si acquista casa a Milano3, si firma un contratto con il Comprensorio e, non è vero che non ha voce in capitolo, come da lei, in modo sprezzante, sostenuto. Infatti mi risulta che abbia dovuto fare modifiche. Altrimenti era ben peggio il suo progetto finale.

Ricapitolando, il permesso di costruzione era scaduto il 26 febbraio. Quando i lavori erano ancora molto distanti dall’essere terminati. Dopo di che, non ci risultano essere stati emessi rinnovi di costruzione, da questa amministrazione. Come avevamo segnalato, noi del Blog, in diversi articoli e per oltre un mese, da fine aprile al 5 Giugno. Ma nonostante le nostre segnalazioni, una visita dei Carabinieri e, la relazione tecnica negativa, di un loro consigliere comunale, nonostante questo, la proprietà della villa ha proseguito i lavori tranquillamente portandoli quasi a termine. Come vedrete dalle foto. A questo punto, dopo qualche modifica e dopo aver terminato il grosso dei lavori, il 10 GIÙGNO, avete capito bene, il 10 GIÙGNO, esce finalmente il Direttore tecnico del Comune, ufficio urbanistica, il quale si metterà in aspettativa, da settembre, pare per disaccordi con L’assessore all’urbanistica, sempre lui, Alvise Rebuffi. In merito a questa villa ed in merito a Rivalago.

Con lui, la polizia locale. Ebbene, sorpresa delle sorprese, BLOCCO dei lavori alla struttura della villa, in attesa di ulteriori verifiche e per delle non conformità edili. Oltre al fatto che il cantiere non era in sicurezza.

Stralcio della lettera del comune:

Tutto il contrario di quanto aveva dichiarato il proprietario della villa a cubo, in un paio di commenti che aveva postato sotto uno dei miei articoli. Ve ne riportiamo una parte. Quella più interessante. Il resto era una supercazzola e messaggi cifrati

Tra l’altro continuiamo a chiederci come mai l’assessore Rebuffi, si interessa e rappresenta nelle riunioni, con il comprensorio e, non solo in quei casi, il proprietario che, ha candidamente dichiarato di conoscerla molto bene. Mancava solo il bacio in bocca. 😀

A maggior ragione, essendo l’assessore, una nomina politica e non tecnica, proprio per evitare conflitti di interesse come per Rivalago, dove era l’avvocato, (forse pure ora) della proprietà del Ristorante, dovrebbe stare lontanissimo da questa pratica (come da tutte le altre) e da tutte le riunioni dove se ne parla. Ed invece c’è sempre lui e non si capisce a che titolo. Spero non di amico. Ma nemmeno come avvocato. Comunque a questo punto pubblico il sunto della lettera del 12 giugno dove, il direttore Tecnico sospende i lavori del cantiere, risultato non in sicurezza. Come avevamo scritto noi, nonostante le smentite e le ironie del proprietario della villa. Le bugie hanno le gambe corte. Sopratutto a Milano 3 e sopratutto dove c’è di mezzo Rebuffi.

Sia per la proprietà della Villa che per tutti voi, pubblico in sunto, la sospensiva dei lavori, della villa, nonostante il proprietario smentisse spudoratamente.

Tra l’altro c’è un errore nella lettera nel penultimo paragrafo. Il senso è che hanno trovato problemi sul cantiere e lo hanno chiuso. Come si cappisce bene nella frase che conta, ovvero questa… Non si possono eseguire i lavori fino a nuovo titolo di costruzione.

Detto questo ci chiediamo e se lo chiederà, mi auguro pure la procura, come mai, il cartello, esposto fuori dalla villa, parla di inizio lavori 4 maggio. Da fine febbraio a quella data, non c’era più nessun cartello, obbligatorio per legge, con le informazioni sul cantiere.

Mi chiedo, a prescindere, da tutto il resto, ma dal 26 febbraio al 3 maggio, hanno costruito senza permessi, avv. Assessore Rebuffi?

Lei in che veste si muove in questa storia? Come amico, come avvocato del proprietario, oppure come assessore? In nessuno dei tre casi lei dovrebbe apparire. Conflitto di interessi acclarato.

Perché dal 27 febbraio, al 10 giugno, non si è visto nessuno, del suo ufficio urbanistica, insieme alla Polizia Locale, alla villa? Nonostante le numerose e dettagliate segnalazioni. E l’uscita dei Carabinieri, un mese prima? Perché nessuno si è mai mosso? Si è voluto dare tempo all’amico proprietario della villa, padre della migliore amica di sua figlia, come da lui stesso dichiarato, di terminare i lavori di quella orrenda villa a cubo? Sembrerebbe proprio di sì, a leggere le carte. Perché nessuno è andato a controllare dopo il 26 di febbraio? Quando la villa era ancora lontana da essere finita? Ad aprile era ancora così…

A maggio così.

A giugno (5), prima dell’uscita del Comune e della Locale era così.

Ora non sappiamo, se hanno risposto al comune ma stiamo aspettando altri documenti. Ma tanto hanno oramai finito. O quasi. Li hanno lasciati operare nel giardino ed in casa con l’imbiancatura. Nonostante i dubbi sull’abbattimento di muro interno.

Mi sembra molto presa in giro. Come il gioco delle tre carte.

Valuterà la procura perché questa storia è da Procura e, per quanto il proprietario della villa smentisca, a noi risulta il contrario. E se mai fosse, il proprietario al momento, non lo saprebbe nemmeno. E dopo questa ulteriore documentazione che potrebbe essere materiale per altro esposto, vedremo cosa dirà la procura.

Nel frattempo, come dicevo al proprietario, sono abituata a rispondere con i documenti. I bugiardi, usano le parole false.

E questo è quanto. Per ora. Seguiremo la vicenda ed attendiamo risposta dell’assessore all’urbanistica. Che sappiamo non darà. Ma credo che tutti abbiano capito cosa stia succedendo con questa villa.

D’altronde in comune sono impegnati a nascondere, altre vicende gravi che, tanto, prima o poi si verranno a conoscere ma, sappiano che, dall’altra parte non sono più soli. Nuovo avvocato inavvicinabile da parte vostra e, associazione seria con gente tosta. Oltre alla nuova legge sul codice rosso. Ci sono due bimbi piccolissimi a rischio, oltre ad una donna. Non si scherza. Io non scherzo. Così magari si capirà pure, come mai, questa storia sta andando avanti, da due anni. Troppo tempo. E come mai il Sindaco si è mosso solo ora, dopo le nostre pressioni. Ma non basta. Purtroppo. Storia brutta con vicende inquietanti. Vedranno gli inquirenti come procedere con la nuova denuncia.

Nel frattempo il sindaco si dovrebbe dimettere, perché ricattabile da chiunque, gli possa dare una mano a coprire la propria vicenda personale. Qui scatta il problema politico. Non più personale. E non stiamo dicendo eresie. Loro, in comune lo sanno. Non comanda questa donna, oramai sull’orlo di una crisi di nervi. Ma altri, vero Assessore Rebuffi? Vogliamo parlare della Locale? Meglio di no per ora. Ma per due anni avete fatto finta di nulla, nonostante ci fosse chi corresse rischi seri, tra cui un bimbo. Ringraziate Dio non sia ancora successo nulla di grave. Ma se la poltrona di sindaco è più importante di tutto compreso, della vita di qualcuno… Parliamone. Ed ora chiami i carabinieri mi raccomando. E mandatemi querela, così posso raccontare di come vi state comportando.

Dovremmo essere noi a chiamarli per tutte le questioni al limite di legge e sotto lente di ingrandimento della procura. Pazzesco. Davvero pazzesco. E non posso scrivere tutto. Ma sappiate che, se parlo così, è perché ho documenti e audio che non lasciano dubbi.

È ora di aspettare risposte e dimissioni. Vediamo se hanno un minimo di dignità ed il Sindaco ha una coscienza e si dimette. Dubito. Ma per lei, per noi, per la sua famiglia e per due bimbi piccolissimi e la loro madre, sarebbe meglio. Così può pensare alle sue gravi vicende personali. Prima che succeda qualcosa di mostruoso ed irreparabile. Se magari, nel contempo, dove è ora, gli togliesse il cellulare, sarebbe meglio. Così consiglio personale.

E chiunque di questa Amministrazione che sa, ne è corresponsabile moralmente.

Dio che brutta storia. Ma ancora peggio che non sia mai stata risolta.. Dopo due anni. Non ci fosse stato in ballo il sindaco, questa situazione, forse, si sarebbe risolta subito e, chi di dovere sarebbe stato blindato da tempo. Brutto paese a volte il nostro. Dove la giustizia non sempre, è uguale per tutti.

Sindaco ci pensi bene. Come donna e come madre. Si dimetta. E si occupi della sua famiglia. Così, ne mettiamo al sicuro un’altra.

Noi non ci fermiamo. Finché lei non si ferma. E non lo ferma..

Alla prossima.

AL

Ps eviti di fare post contro la violenza sulle donne. Non se lo può permettere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Visitatori Blog

  • 139.413 visite

Milano3 è anche questo

Siamo su Facebook

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Olimpiadi 2026

Onore e Stima. Uomini di Stato uccisi, anche dallo stato.

Articoli più cliccati

Info Resp. Blog

Blog Ideato e gestito da Annamaria Licata.
Rif. Mail: licata.annamaria@libero.it

5.000.000 di SI.

Natale 2018: Un giocattolo per un sorriso.

RSS Un pò di Sport

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Per non dimenticare: Giustizia per Genova.

Member of The Internet Defense League

GAIA Animali e Ambiente Basiglio tel. 338.3308300

Sede presso "Casa delle Associazioni" - Res. Solco, 511, Basiglio. Responsabili: Pamela Marangoni, Edea Conti. Volontaria Rozzano:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: