Finalmente la Procura ha messo le mani su Basiglio. Patrone, Marazzi e Rebuffi, “I tre dell’Ave Maria”, come li chiamava, sotto intercettazione, l’ormai tristemente famoso Arturo Guadagnolo, già sotto processo per altri appalti. In questo filone di indagini sono indagati, l’ex Sindaco Patrone e Valerio Marazzi, l’ex ass. Urbanistica, insieme ad altri 30 tra cui ovviamente, pure, Guadagnolo. C’è anche l’istituto Humanitas ma sopratutto, lato Basiglio, si parla di Green Oasis ovvero AT01, uno dei due blocchi del PGT. Ma l’indagine non è chiusa, come vuole far credere la Sindaca e l’attuale giunta. Sta proseguendo e prevederà tanto altro. Solo questione di tempo.

Lascia un commento

9 settembre 2019 di Il Grillo parlante

Questo Blog è nato per portare fuori tutte le magagne e la pessima gestione della cosa pubblica della scorsa amministrazione e, abbiamo proseguito anche con questa nuova amministrazione. In oltre due anni, abbiamo portato a conoscenza fatti gravi o, per lo meno da verificare. Ed io personalmente ho sempre denunciato i personaggi finiti sotto indagine e altri per ora, attenzionati, in attesa della chiusura degli altri filoni. Le misure cautelari credo fossero state richieste pure per il duo Patrone Marazzi ma, forse perche’ incensurati o non potendo piu’ inquinare le prove o non so, sono rimasti indagati a piede libero. Per il buon Rebuffi, credo e penso sia solo questione di tempo e di filone di indagini diverse. D’altronde Guadagnolo lo inseriva nella cricca. E li chiamava il trio dell’Ave Maria. Ovvero Patrone Marazzi e per l’appunto Rebuffi. E secondo voi quest’ultimo non ha nulla a che vedere? puo’ fare quello che non sa nulla? ma per cortesia. Solo per il fatto che si è preso l’assessorato all’urbanistica, fa pensare che volesse coprire le eventuali magagne dei suoi predecessori, riportate dai giornali e dagli atti di questo filone di indagini, portando avanti l’affare Rivalago, di cui lui era avvocato della proprietà e dove, l’abuso edilizio evidenziato dal TAR fu firmato da Guadagnolo e portato avanti, nonostante una sentenza del tar devastante, dall’allora assessore Marazzi. Vi ricordate la sua famosa letterina dove dava in poche parole degli ignoranti, al collegio del Tar che aveva emesso la sentenza. E nonostante tutto ciò, hanno concesso nuovamente alla proprieta’ di RIvalago, di ripartire con la Ristorazione nonostante non si possa fare, come da sentenza molto chiara. Dopo l’abuso edilizio, annullato dal tar, dopo la delibera 34 sempre di Marazzi che potenzialmente rende edificabile il verde di Basiglio ed, anche questa impugnata al TAR, hanno deciso di fregarsene della legge e stanno nuovamente facendo come nulla fosse. Chissa perche’ questo accanimento nonostante rischiano veramente grosso. Chissa’ cosa hanno da coprire. Chissa chi e’ veramente che ha perso 225000 euro, quando hanno proceduto con i lavori, poi sospesi dal TAR. Chissa’. Anche qui mi piacerebbe che si indagasse meglio. E non e’ detto che non succeda. Tanto c’e’ chi si sta muovendo di nuovo al TAR: E’ solo questione di tempo.

Oppure vogliamo parlare della faccenda della villa a cubo, ora bloccata nei lavori e che, dubito potranno mai proseguire. Anche qui, i tre rinnovi di permessi di costruzione, furono dati da Valerio Marazzi ed ora non piu’ concessi, visto che probabilmente nemmeno i primi tre, potevano essere rilasciati. Questa amministrazione nonostante le mie segnalazioni di lavori in corso senza permessi, scaduti il 26 febbraio scorso, non e’ mai uscita a controllare se non il 12 giungo, quando gli hanno bloccato il cantiere. Il tutto per ben 4 mesi, fino al blocco imposto dal Direttore tecnico dell’urbanistica che era arrivato da appena tre mesi e che, successivamente a questa vicenda, si e’ messo in aspettativa. Essendo persona seria e preparata, probabilmente ha capito subito dove era finito e ne ha preso le distanze. E anche qui, la presenza fissa di Alvise Rebuffi e’ inquietante. Non si sa se in veste di Assessore, di avvocato della proprieta’ o peggio ancora come amico della proprietà. In ogni caso in nessuno dei tre ruoli lui doveva intromettersi. L’assessore e’ una nomina politica e non deve minimamente entrare nelle questioni singole tecniche, proprio per evitare conflitti di interesse con cittadini suoi conoscenti. Non vi sto a spiegare perche’ sarebbe inopportuno se partecipasse come avvocato o peggio ancora come amico della proprieta’.

Fossi in lui (e per fortuna non lo sono) non dormirei tranquillo. Ma questi sono solo due esempi.

Ed è solo l’inizio… Capre, non sapete che questo è solo un filone di indagine… ma c’è ben altro che deve ancora arrivare?. Alvise Rebuffi nei due anni di intercettazione (ma non credo che si siano fermati al 2017) era già in carica e già spingeva Rivalago, villa a cubo e la pista ciclabile, firmata da Guadagnolo e lavori eseguiti da società legata all’Humanitas. Così tanto per.. Ecco perché la convenzione con Pieve non è mai stata votata in consiglio comunale violando la legge. Chissà cosa c’è dietro. Ed infatti, la pista gemella di Pieve è già sotto inchiesta. Tra un po’ tocca alla nostra. C’e’ gia’ esposto in Procura. E potrebbe diventare un altro pezzo dell’indagine in essere, visto che i protagonisti sono sempre gli stessi e gia’ indagati. Ma chi vuole prendere in giro Sindaca, con quei comunicati ridicoli e farneticanti.

In questa indagine sono indagati tutte le figure di spicco che, hanno trattato con Patrone, Marazzi e Guadagnolo, della societa’ Green Oasis per la concessione di AT01, parte del PGT, vi ricordate le famose villette mai costruite?

Sono indagati per aver concesso uno “sconto” di 6 milioni di euro, (nostri soldi) annullando opere pubbliche senza farle monetizzare adeguatamente. Ma questo è solo un filone di indagine. Quello che non ha capito la Sindaca ed i suoi sodali, tra cui Alvise Rebuffi, autore di comunicati deliranti, per cercare di non finire dentro questa brutta storia, senza sapere che forse, non solo è dentro ma, qualcosa di più. Ma si tratta di altro filone di indagini. Sono talmente Capre ed ignoranti che nemmeno sanno che l’indagine non è conclusa. Hanno solo portato a galla un filone di indagini per poter richiedere delle misure cautelari, per alcuni indagati. I nostri dell’Ave Maria per ora sono liberi perché non possono più inquinare le prove. Ma sono i primi della lista, negli atti di questa parte di indagine. Il numero 1 nell’elenco e’ Eugenio Patrone, il numero 2 è Valerio Marazzi e solo dopo arriva Arturo Guadagnolo. Gli altri 29 seguono. Ergo cosi’ marginali non sono nelle indagini in corso.
C’e’ da dire che, per quanto e’ stato nominato lo Sporting, in questa storia, per questione di oneri di urbanizzazione che sarebbero stati inferiori rispetto al dovuto, se ho compreso bene, nell’elenco dei 32 lo Sporting non risulta essere indagato e nemmeno nessuna delle figure a cui fa riferimento.

Tornando al nuovo trio dell’Ave Maria, Ovvero la sindaca Reale Aguzzi, Alvise Rebuffi e Fabio Vinciguerra, mentono sapendo di mentire, pur di non doversi dimettere.

Ma se le indagini proseguono come sappiamo e finiscono su altri filoni, sono sicura uscirà ben altro e sara’ mia premura ma, non sarò l’unica, a scrivere al Prefetto e richiedere lo scioglimento di questa amministrazione e l’invio del Commissario.
Questi devono dare le DIMISSIONI perchè, o sono in malafede o sono degli incapaci, tonti e ignoranti delle leggi, da non accorgersi cosa succedeva sotto i loro occhi. Io credo che siano in malafede ma se anche fossero solo stupidi, vale uguale DIMISSIONI IMMEDIATE. Perchè chi si fa fottere milionate di euro, ai danni nostri, senza accorgersene e firmando atti che avvallano, quanto ora e’ sotto indagine, se ne DEVONO ANDARE SUBITO. Non sono in grado di gestire la cosa pubblica.

E’ inutile che nei comunicati diano la colpa solo a Guadagnolo, con la scusa che loro sono solo nomine politiche e non essendo tecnici non potevano capire cosa stava accadendo.

Palle. L’ho capito io e non solo io (vedi tutte le denunce dell’ex Sindaco Cirillo) che, c’erano cose che non andavano bene e che, questi stessero usando la cosa pubblica in modo discutibile e che, Guadagnolo qualsiasi cosa toccasse, portava a pensare male, in quanto si capiva che erano forzature o sconti eccessivi negli oneri di urbanizzazione del PGT, come hanno fatto a non capirlo loro che lo avevano sotto gli occhi?

E’ vero anche che gli hanno costruito vicino al comune, sotto il loro naso, un gabinetto orrendo e, se non era l’ex sindaco Cirillo e la sottoscritta che, hanno denunciato il tutto sui social era ancora in piedi e murava una classe scolastica. Ma dai su. Ma nemmeno topo gigio come sindaco sarebbe riuscito in tale impresa.

Detto questo, non ci credo che l’attuale Sindaca, all’epoca vice sindaca, non sapesse e men che meno credo ad Alvise Rebuffi che ha addirittura istituito l’assessorato agli affari legali. Lui che e’ avvocato. Mi deve spiegare a cosa serve. Anzi ci deve spiegare a cosa serve se non a cercare di evitare la galera a chi eventualmente avesse sbagliato tra i suoi ex compagni di giunta ed, a lui stesso.

E’ come se io dessi le chiavi di casa vostra ad una domestica e dicessi quale stanza deve pulire e come e poi la lasciassi fare da sola. La finta domestica vi svuota la casa e io mi giustificassi dicendo che, ho solo dato le chiavi alla tipa e detto i tipo di lavori da fare ma, dato che non sono una domestica non ho capito che in realta’ vi stava svuotando casa. Ma chi vogliono prendere in giro.

MA RIPETO, IN OGNI CASO, CONSAPEVOLI OD INCONSAPEVOLI, SI DEVONO DIMETTERE. PER COLPA LORO NOI CITTADINI ABBIAMO PERSO DIVERSI MILIONI DI EURO IN ONERI DI URBANIZZAZIONE, COME SOSPETTA LA PROCURA CHE, AL MOMENTO HA RICHIESTO DELLE MISURE CAUTELARI MA NON HA CHIUSO LE INDAGINI.

Anzi vanno avanti anche su altri filoni. Non posso dire di piu’ ora. Ma fidatevi che è solo l’inizio e che tra autunno ed inverno arriverà ben altro. E pure questa giunta che, ora fa la verginella stupida che, non conosce le cose della vita ed emette delibere senza sapere cosa sta facendo, sono convinta che finirà per essere tirata dentro dalla procura. E’ solo questione di tempo. Come sono convinta che i capi di imputazione a fine indagine, per Marazzi e l’ex sindaco Patrone saranno ben oltre, quello che al momento e’ stato dichiarato dalla Procura. La quale ha mostrato per ora, solo il minimo indispensabile per ottenere le misure cautelari. Ma c’e’ tutta una parte che sta proseguendo e che vediamo a cosa ed a chi porterà. Questa sindaca se ne deve andare e non solo per i fatti personali in pieno conflitto di interesse con il ruolo che ricopre, per la faccenda del figlio, visto che non ha voluto applicare il TSO (trattamento sanitario obbligatorio) a suo figlio, per evitare che la sua posizione in Procura peggiorasse, lasciando cosi’ a rischio di vita, una donna e due bambini minacciati in modo estremo dallo stesso, con messaggi, foto e visite improvvise davanti casa con il bimbo di un anno che piangeva dalla paura.

La sindaca, pur di non perdere le elezioni, non ha risolto questa gravissima situazione e non e’intervenuta per bloccare quanto stava avvenendo, lasciando a rischio della follia di un ragazzo, mai curato, una intera famiglia. Solo per questo, si dovrebbe dimettere. Ha messo a rischio anche noi cittadini perche’ la follia si sa che purtroppo, colpisce a caso. Di notizie di questo tipo, i giornali ne sono pieni.

Vogliamo poi parlare della situazione vergognosa della Polizia Locale?

Vogliamo parlare del consorzio della polizia locale con Pieve che, prima o poi dovrà essere spiegato e, sopratutto rendicontato?. Visto che noi paghiamo la polizia locale e questa opera solo a Pieve, Locate, poco a Siziano e per nulla a Basiglio. Persino alla festa di Basiglio dubito ci saranno. Sembra siano troppo impegnati e non hanno tempo per noi. Con Vinciguerra (delega alla sicurezza, pazzesco) e la sindaca che tacciono, davanti al fatto che non ci saranno, perché impegnati in altre stronzate a Pieve o non so dove. Come l’anno scorso dove i carabinieri e ANC, hanno coperto la loro assenza. Una sola volta all’anno c’è la festa ma, niente. Non hanno tempo per noi che li paghiamo. E nonostante questo, ci sono diversi eventi organizzati durante la festa senza che, questa giunta abbia pensato alla sicurezza. Chi se ne frega vero sindaca? Lei non pensa mai alla sicurezza dei cittadini come di chi, suo figlio ha minacciato per anni. Il comandante di Pieve dovrà spiegare perché non avremo la loro presenza, mentre quando c’è stata la festa di Locate hanno lasciato attendere invano, oltre un’ora e mezza, i carabinieri che, li avevano chiamati, per poi non venire perché troppo impegnati alla festa. Ma durante la nostra festa, sicuramente non ci saranno. Come sempre. Così dovranno sostituirli in parte i carabinieri che dovrebbero fare altro in linea di massima e la ANC che pero’ senza la polizia locale non potra’ nemmeno svolgere certi compiti. Ergo se cosi’ è, il tutto ricadrà sui Carabinieri. E non è giusto che debbano perdere tempo dietro alla Maratona, quando c’e’ un territorio da controllare. La faccenda della Locale è davvero vergognosa. Ma a Basiglio la sindaca oramai è una zombie che nemmeno parla più. Sempre accompagnata da Rebuffi o Vinciguerra, i veri sindaci di questo comune. Con il problema enorme familiare che ha, non è più in grado di gestire il comune. Non che prima lo fosse ma oramai è acclarato. Come è acclarato che a comandare siano il duo sopra citato. E la polizia locale di Pieve se ne approfitta e non ci dà servizio minimamente. Tanto chissà perché, la sindaca tace (ricattabile per via della sua vicenda personale ma che sfocia nel pubblico?) e Vinciguerra pure.
Dovete DIMETTERVI TUTTI.
E quei consiglieri eletti l’anno scorso che non c’entrano, con la vecchia gestione ed il trio delle meraviglie, si dimettano per primi, altrimenti saranno complici, come lo sono nel caso della donna e dei bimbi minacciati dal figlio del sindaco. Siete uomini o quaquaraqua? Volete pagare per questi personaggi che hanno usato la cosa pubblica per i loro interessi personali??? Fate pure. Ma vi dico che non ne vale la pena. O vi dimettete adesso o pagherete come loro e quanto loro, in termini di immagine e di vergogna. Vi ricorderanno tutti.

E poi si vuole usare un milione e mezzo di euro dei nostri soldi, per fare una nuova palazzina (3/4 piani), per la croce amica, dove la madre di un consigliere, né è la principale anima. Guarda caso è la stessa che raccoglieva le firme contro la farmacia Bassini mentendo spudoratamente. La palazzina ve la scordate. Primo perché non ci arrivate all’anno prossimo e secondo perché i cittadini non lo permetteranno. E ve ne accorgerete. Ritirate la proposta che è meglio.
Piuttosto i progetti previsti nel DUP tipo il rifacimento della caserma??? Secondo me saltano. Era solo aria fritta per tenersi buoni tutti. Lo avevamo preannunciato. Qualcosa mi dice che i lavori per la caserma ed altro che era previsto per quest’anno, salta. E non si faranno mai. Perché questi non arriveranno a mangiare il panettone… Al massimo L’uovo di pasqua.
La peggiore amministrazione di tutti i tempi. Siamo solo all’inizio ma ora tutti i nodi vengono al pettine. E dovranno passare il tempo a spiegare alla procura il loro operato. È solo questione di tempo ma alla fine tutto torna.

Piuttosto cercasi cestino per contenere tutte le querele che questi personaggi mi hanno fatto. 🙂 perche’ lì finiranno. Davanti a certe notizie. Anzi, in realta’ potrebbero pure servire per aggiungere il carico a Marazzi e Rebuffi. Vedi villa a cubo e Rivalago e, come la pista ciclabile segnalata dai due consigliere di opposizione Cirillo e Moneta. La quale, ora avete capito perche’ in consiglio non ha voluto spiegare la sua famosa affermazione di illecito grave. Perche’ non poteva spiegare della Procura. Ha preferito stare zitta e passare per quella che non sapeva. Ma tutto alla fine torna. E la famosa minaccia di 330.000 euro di causa civile, non va bene nemmeno come carta igienica. Troppo dura.

Domani, martedi 10 settembre ci sara’ consiglio comunale. Credete che parleranno di tutte queste questioni? macche’. Vi riporto l’ordine del giorno. Tre stupidate.

Ma consiglio a tutti di collegarvi via streaming perche’ se ne sentiranno delle belle, voglia o non voglia questa amministrazione, non potranno tacere sui fatti gravissimi che stanno venendo finalmente alla luce. Se poi i cittadini venissero di persona in Consiglio, almeno domani per chiederne conto, non sarebbe male. Ma dubito.. anche se sicuramente ci sara’ maggiore presenza. Di questo ne sono sicura. Sarebbe bello venissero proprio quel 18% che li ha votati in buona fede.. (qualcuno un po’ meno, sopratutto responsabili di associazioni amiche) e chiedessero conto, proprio loro, a questa amministrazione. Loro sono i primi che dovrebbero parlare per non essere complici della peggiore amministrazione della storia di Basiglio.

Sul PD, non faccio conto. Cioe’ non faccio conto sulla Consigliere Comunale che ad oggi non ha mai fiatato e a fatica tirava sul braccio per astenersi da tutto. Per poi fare l’unico comunicato in questi anni (a parte sulla delibera 34) contro la sottoscritta e fin qui non mi interessa ma, soprattutto contro una donna e due piccoli bimbi da anni minacciati dal figlio del sindaco e definiti da chi ha prodotto quel comunicato, macchina del fango. Come fosse una unica grande bugia, come se la bimba piccola di pochi mesi non esistesse e nemmeno suo fratellino di due anni. Come se non esistesse una giovane donna che da anni subisce il tutto.

Ora si svegliera’ forse e per raccogliere i frutti dell’opposizione fatta dalla sottoscritta e dal gruppo dell’ex Sindaco Cirillo, quando loro tacevano. Quando lei taceva nonostante le avessi chiesto di intervenire almeno sugli aumenti delle tariffe del Nido, sulla tassa di soggiorno sui familiari dei malati.. insomma argomenti che di solito la sinistra richiama a se. Eviti di fare quella che ora si accorge che forse, c’e’ qualcosa che non quadra. Dove era prima, quando la sottoscriva si prendeva denunce e subiva minacce??? zitta. Lei. Mentre l’ex candidato sindaco Luigi Onesti, ad onor del vero, mi ha dato solidarieta’ sincera. Peccato che ha dovuto lasciare la poltrona di consigliere. Non sono tutti pessimi quelli del PD, c’e’ anche brava gente ma, non possono uscirsene ora. Il loro silenzio in questi anni li condanna. Dove erano per RIvalago, per la villa a cubo, per la pista ciclabile, per la farmacia Bassini, per tutte quelle vicende oscure e fatte con arroganza da questa amministrazione contro i cittadini? Mi spiace. Ora sono fuori tempo massimo ed i cittadini lo sanno. Sanno chi ci ha messo la faccia e chi no.

Magari non sempre nel modo migliore ma io mi sono sempre assunta le mie responsabilita’, con nome e cognome e subendo parecchio in questi 3 anni. E rifarei tutto quello che ho fatto. In primis per difendere una donna e due bimbi. A volte la verita’ va urlata non per farla conoscere a chi non sa ma, per salvare chi la conosce. E’ questione di scelte. Ed al momento la scelta che ho fatto ha pagato. Nel senso che, dopo che il problema e’ diventato pubblico, nonostante mi sia presa una denuncia per estorsione e diffamazione, le cose ora vanno meglio per quella famiglia in attesa della Procura. Tanto dubito che la denuncia che mi hanno fatto vada avanti. Quando si raccontano le bugie, poi alla verifica non passa.

Per ora credo sia tutto anche perche’ ho scritto davvero tanto.

Ma siamo solo all’inizio. In attesa del consiglio comunale di domani, poso articoli di giornale dove potrete verificare il tutto.

E spero di vedere un po’ di gente domani in aula consigliare.

AL

70271565_2396510967084235_8571724630744629248_n

69901857_2394948150573850_8267822657664188416_n

69677376_2394948220573843_973844256244367360_n (1)

69540025_10219992086138378_150412683873615872_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Visitatori Blog

  • 131.539 visite

Milano3 è anche questo

Siamo su Facebook

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Olimpiadi 2026

Onore e Stima. Uomini di Stato uccisi, anche dallo stato.

5.000.000 di SI.

Articoli più cliccati

Info Resp. Blog

Blog Ideato e gestito da Annamaria Licata.
Rif. Mail: licata.annamaria@libero.it

Natale 2018: Un giocattolo per un sorriso.

RSS Un pò di Sport

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Per non dimenticare: Giustizia per Genova.

Member of The Internet Defense League

GAIA Animali e Ambiente Basiglio tel. 338.3308300

Sede presso "Casa delle Associazioni" - Res. Solco, 511, Basiglio. Responsabili: Pamela Marangoni, Edea Conti. Volontaria Rozzano:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: